Perde il controllo e si schianta contro un albero, centauro deceduto sul colpo

Tragedia in alta Valmarecchia nel primo pomeriggio di giovedì, inutili i tentativi per cercare di rianimare l'uomo

Foto archivio

Tragedia sulle strade dell'alta Valmarecchia, nel primo pomeriggio di giovedì, dove ha perso la via un centauro 48enne. L'uomo, in sella a una Ducati Hypermotard, si trovava in località Antico Santa Maria nel comune di Maiolo e stava percorrendo la via Marecchiese. Subito dopo la rotonda di Ponte Prena, all'uscita di una curva, il 48enne avrebbe perso il controllo della due ruote rovinando sull'asfalto per poi terminare la propria corso contro il tronco di un albero e alcuni cartelli della segnaletica stradale che costeggiano la carreggiata. Non ci sarebbero stati testimoni della caduta e, solo poco dopo, alcuni passanti hanno notato il centauro a terra dando l'allarme che ha fatto accorrere sul posto i mezzi del 118, ambulanza e auto medicalizzata, oltre a far alzare l'elicottero da Ravenna. I primi soccorritori hanno tentato disperatamente di rianimare il 48enne in stato di incoscenza ma, nonostante i diversi tentativi, il suo cuore non ha ripreso a battere e il medico non ha potuto far altro che dichiararne il decesso. Sul posto, per ricostruire con esattezza la dinamica, sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Pennabilli che hanno identificato la vittima come Abramo Cecchini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Vittorio Sgarbi promuove Gnassi, "lo avrei già nominato premier", e anticipa i progetti su Fellini

  • Marquez vince a casa di Rossi: "Avevo una motivazione in più". E alla festa del podio viene fischiato

  • 'Sotto il sole di Riccione' arriva Tommaso Paradiso, frontman dei The Giornalisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento