Cammina lungo la via Emilia e viene falciato da un'auto, pedone perde la vita

Incidente mortale nel tardo pomeriggio di mercoledì, pesanti ripercussioni al traffico per permettere i soccorsi ed effettuare i rilievi

Stava camminando sul ciglio della via Emilia, in un tratto poco illuminato della strada all'altezza delle cave Pesaresi, quando alle sue spalle è arrivata una Mercedes Classe A che lo ha centrato in pieno scaraventadolo sull'asfalto dove ha perso la vita. E' morto così un cittadino albanese di 63 anni che, nel tardo pomeriggio di mercoledì, è deceduto per le gravissime lesioni riportate nell'impatto. Il dramma si è consumato intorno alle 18 quando, dai primi rilievi, la vittima stava camminando in direzione sud e l'automobilista lo ha investito caricandolo sul cofano e, dopo aver infranto il parabrezza, il corpo dell'uomo è carambolato per diversi metri. Un impatto tremendo, che ha ucciso il 63enne sul colpo, e quando sul posto sono intervenuti i mezzi del 118 per i sanitari non c'era più nulla da fare e il medico non ha potuto far altro che dichiararne il decesso. Sulla via Emilia sono intervenute le pattuglie della polizia Stradale e, per permettere i soccorsi ed effettuare i rilievi di rito, si è reso necessario chiudere parte della carreggiata causando pesanti ripercussioni al traffico. Sul luogo del sinistro sono intervenuti anche i vigili del fuoco che, con le cellule fotoelettriche, hanno provveduto ad illuminare il tratto di strada. Secondo quanto emerso il guidatore della Mercedes, in stato di choc, è stato portato in ospedale per accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra, registrata scossa di terremoto nell'entroterra riminese

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Chiusi i seggi, la diretta elettorale delle elezioni regionali 2020

  • Scoperto dai Nas uno studio dentistico abusivo gestito da un odontotecnico

Torna su
RiminiToday è in caricamento