Infortunio e lavoro nero nel montaggio degli stand Sigep: denunciato datore di lavoro

Un operaio 31enne egiziano, infatti, dipendente di una ditta di Garbagnate Milanese (MI), perdeva l'equilibrio, rovinando al suolo da una scala, mentre montava una scritta a circa 3 metri di altezza. La vittima, che inizialmente sembrava star bene, dopo circa mezz'ora è stata colta da malore alla schiena

Denunciato dai Carabinieri il datore di lavoro dell’operaio egiziano vittima incidente sul lavoro durante l’allestimento di uno stand al SIGEP. Un imprenditore milanese ed il suo socio sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Rimini al termine degli accertamenti svolti a seguito dell’incidente sul lavoro avvenuto verso le ore 13 dello scorso 17 gennaio 2014, alla Fiera di Rimini, durante la fase di allestimento degli stand per la 35^ edizione del “SIGEP”.

Un operaio 31enne egiziano, infatti, dipendente di una ditta di Garbagnate Milanese (MI), perdeva l’equilibrio, rovinando al suolo da una scala, mentre montava una scritta a circa 3 metri di altezza. La vittima, che inizialmente sembrava star bene, dopo circa mezz’ora è stata colta da malore alla schiena e quindi trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Rimini, da cui, al termine dei relativi accertamenti, il giorno stesso veniva dimesso con. 10 giorno di prognosi. I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Rimini e della Stazione di Viserba, che erano intervenuti sul posto, hanno accerato che l’operaio dipendente di una ditta milanese commissionata per la realizzazione dello stand, non era in regola. Nell’accertamento è emerso, inoltre, che anche un altro operaio risultava in nero e, nonostante i militari avessero intimato alla ditta di sospendere l’attività, questa incurante aveva continuato a lavorare venendo nuovamente sottoposta a controllo nel maxi servizio svolto dall’Arma di Rimini all’atto dello smontaggio degli stand al termine della fiera.

Ora i due responsabili dell’impresa, entrambi di origine egiziana, attualmente dimoranti a Milano, dovranno rispondere in sede penale anche dell’accusa di impiego di manodopera extracomunitaria non in regola con il soggiorno, oltre che pagare severe sanzioni amministrative per non aver versato contributi previdenziali ai propri dipendenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Metromare, i primi due giorni corse gratis per tutti

  • L'acqua alta invade spiagge, il porto e l'area del Ponte di Tiberio

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

Torna su
RiminiToday è in caricamento