L’Amministrazione comunale riacquista le attrezzature informatiche rubate alla Pascucci

Grazie al contributo congiunto con un’azienda privata del territorio, la scuola elementare riceverà 28 computer e 12 tablet

Con uno stanziamento di 6.500 euro, a cui si uniscono il contributo di un’azienda privata del territorio e la collaborazione della Pro Loco, l’Amministrazione comunale riacquista le attrezzature informatiche rubate alla scuola elementare Pascucci, che riceverà nei prossimi giorni 28 computer e 12 tablet. In seguito al furto avvenuto nella notte tra il 29 e il 30 gennaio scorsi, infatti, la Giunta comunale aveva manifestato la propria disponibilità a riacquistare la strumentazione sottratta stanziando immediatamente l’importo necessario. Nei giorni intercorsi da quel momento – che sono serviti a stimare precisamente il valore dei materiali rubati – diverse realtà della società civile si sono rivolte all’Amministrazione comunale chiedendo di poter contribuire al ripristino della strumentazione: una in particolare, l’azienda informatica Ex Novo Computer di Santarcangelo, ha scelto di donare alla scuola Pascucci 14 pc. L’Amministrazione comunale ha quindi provveduto a integrare questa donazione e procederà all’acquisto del restante materiale (11 computer fissi, 3 portatili e 12 tablet) in collaborazione con la Pro Loco, divenuta in questi anni un punto di riferimento per le raccolte fondi a scopo solidale. Nei prossimi giorni, dunque, la scuola Pascucci riceverà complessivamente 25 computer fissi, 3 pc portatili e 12 tablet, insieme a 25 mobiletti dove collocare le postazioni fisse. In accordo con la Direzione didattica del Primo circolo, infatti, si è scelto di acquistare computer fissi invece di quelli portatili in virtù di una maggior facilità di custodia.

“L’urgenza con la quale ci siamo mossi – spiega il sindaco Alice Parma – è dovuta al fatto che le attrezzature sottratte alla Pascucci sono strumenti indispensabili per la didattica quotidiana, dal momento che servono per utilizzare tra l’altro le lavagne interattive multimediali e i registri di classe elettronici. Se siamo riusciti in così breve tempo a far fronte a questa necessità, è anche grazie alla generosità dell’azienda Ex Novo di Maged Nashed, che ci teniamo a ringraziare per la sua donazione. La stessa sensibilità dimostrata dall’associazione Noi della Rocca, che ha subito lanciato una raccolta fondi: un’iniziativa che non si ferma ora che l’emergenza è superata, ma proseguirà a favore dell’ampliamento dell’‘aula dei sensi’ polifunzionale realizzata due anni fa dai volontari del gruppo Ci.Vi.Vo. alla scuola elementare Ricci di San Vito. Come speravamo – conclude il sindaco – Santarcangelo si dimostra ancora una volta città solidale, rispondendo con tutta la sua generosità a un gesto vile come il furto in una scuola”.

Potrebbe interessarti

  • Pulire i vetri: addio agli aloni su finestre e specchi

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Stop al sudore: come scegliere il deodorante giusto per la tua pelle

  • Gli odori, i ricordi, il marketing e la Sindrome di Proust

I più letti della settimana

  • Fulmine centra azienda agricola, vasto incendio nel deposito delle rotoballe

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Lui, lei e l'altro, il triangolo amoroso finisce con pugni e schiaffi nel parco

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Perde il controllo e si schianta contro un albero, centauro deceduto sul colpo

  • A Miramare gli hotel dell'orrore: strutture in pessime condizioni igienico sanitarie

Torna su
RiminiToday è in caricamento