L’Arco di Papa Clemente XIV diventa di proprietà del Comune di Santarcangelo

Proseguono i trasferimenti dei beni di demanio storico artistico dallo Stato agli Enti territoriali grazie al federalismo demaniale culturale

Proseguono i trasferimenti dei beni di demanio storico artistico dallo Stato agli Enti territoriali grazie al federalismo demaniale culturale. In Provincia di Rimini, l’Arco di Papa Clemente XIV Ganganelli è stato trasferito ai sensi dell’art. 5 c.5 del D.lgs 85/2010 al Comune di Santarcangelo di Romagna. Si tratta di un monumento costruito nella seconda metà del diciottesimo secolo, considerato cuore pulsante dell’attività cittadina. E’ infatti circondato dalle bancarelle del mercato settimanale e, periodicamente, utilizzato come punto di interesse culturale per le diverse manifestazioni che si svolgono intorno. Il trasferimento consentirà al Comune di Santarcangelo di ottenere una gestione diretta del bene e di valorizzarlo confermando tutte le iniziative culturali, commerciali e le fiere attualmente in corso. L’Amministrazione cittadina prendendosi cura del più alto esempio della propria identità potrà così continuare a garantire la manutenzione di questo storico monumento, emblema della città.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento