L'arte orafa riminese protagonista a Milano con le creazioni di Maria Luisa Palazzo

I gioielli esposti alla Rassegna Nazionale Oreficeria Artigiana d’Eccellenza tenutasi a Palazzo Giureconsulti

Il ‘bello e ben fatto riminese’ è stato protagonista a Milano alla mostra ‘I Maestri del Gioiello’, Rassegna Nazionale Oreficeria Artigiana d’Eccellenza, tenutasi a Palazzo Giureconsulti, ricca di prodotti esclusivamente artigianali. Tra loro anche l’artista orafa riminese Maria Luisa Palazzo che ha presentato ai visitatori italiani e stranieri le sue preziose ed esclusive creazioni MLP, vere e proprie micro sculture che si distinguevano per creatività ed eleganza uniche nel loro genere. “Accompagnamo e sosteniamo Maria Luisa Palazzo – commenta la Confartigianato – perché esempio di una creatività che anche il nostro territorio esprime. I suoi successi sono evidenti e si aggiungono a tutto un panorama di imprese che svolge un ruolo preciso nella definizione della nostra identità. I suoi gioielli contemporanei raccontano infatti emozioni, ricordi, sogni trasformati in creazioni esclusive”. “Più di un terzo dei gioielli indossati nel mondo sono ‘made in Italy’ – commenta Maria Luisa Palazzo – e nel 2015 il settore ha raggiunto i 7 miliardi di fatturato. Occasioni come quella di Milano esaltano una scuola italiana davvero straordinaria e sono onorata dell’attenzione riservatami dalla Confartigianato di Rimini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

Torna su
RiminiToday è in caricamento