L'omicida di Bernabini chiede di vedere i genitori in carcere

Si trova in carcere Marco Zinnanti, il giovane di 22 anni che ha confessato l'omicidio di Leonardo Bernabini, dopo la fuga in Abruzzo e la cattura. Il giovane ha chiesto di incontrare i propri genitori

Si trova in carcere Marco Zinnanti, il giovane di 22 anni che ha confessato l'omicidio di Leonardo Bernabini, dopo la fuga in Abruzzo e la cattura. Il giovane ha chiesto di incontrare i propri genitori. Tuttavia le porte del carcere rimangono serrate, dal momento che il pm Davide Ercolani ha rifiutato la richiesta. Il pm e la polizia sono al lavoro per verificare la versione, tutt'altro che lineare, raccontata da Zinnanti, secondo cui il fucile sarebbe stato di Bernabini e lui lo avrebbe imbracciato solo per “difendersi” da avances sessuali.

Su questo, tuttavia, la verifica scientifica sarà risolutiva. Se l'analisi del fucile evidenzierà un utilizzo da parte anche della vittima allora forse la versione di Zinnanti, che comunque si è addossato la responsabilità dell'efferato delitto, potrà godere di qualche credito. La polizia è anche al lavoro sul “covo” di via Teodorico, dove sono stati trovati contanti per quasi 100.000 euro, droga e documenti falsi. Se Zinnanti era il “custode” di quest'appartamento della mala, per chi lavorava?
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Aggredito sotto casa con lo spray al peperoncino e rapinato

  • Cronaca

    Droga, furti e auto rubate: notte di "passione" per i Carabinieri

  • Attualità

    Quando il disegno risolve il crimine, ecco la specialista della Polizia di Stato

  • Cronaca

    Si celebra il 25 aprile a Santarcangelo, il sindaco: "Ancora troppe guerre nel mondo"

I più letti della settimana

  • "I passeggeri filmavano col cellulare l'agonia del ragazzo investito dal treno"

  • Dramma sui binari: ragazzo travolto da un treno nella stazione di Riccione

  • Costretta a vivere con un campo nomadi di fronte a casa, lo sfogo di una riminese

  • Individuati ed arrestati gli autori della sparatoria di Santarcangelo

  • Sesso, prostituzione e ricatti: un filo lega l'omicidio di Makha Niang ai due albanesi arrestati

  • Si getta nel Po per farla finita, si cerca nel fiume il corpo di una riminese

Torna su
RiminiToday è in caricamento