La banda del bancomat "risparmia" sull'esplosivo e la cassaforte regge

I malviventi sono entrati in azione nella notte tra venerdì e sabato, inseguiti dai carabinieri hanno fatto perdere le loro tracce

Miscela esplosiva troppo scarsa quella utilizzata, nella notte tra venerdì e sabato, dalla banda del bancomat che ha preso di mira la filiale di Santarcangelo della Cassa di Ravenna in via Giordano Bruno. I malviventi, almeno tre, sono entrati in azione alle 3 esatte quando hanno riempito lo sportello automatico con un mix di gas utilizzando la tecnica della marmotta. Appena dato l'innesco, però, il botto non è stato all'altezza delle aspettative e ha solo buttato giù dal letto i residenti di via Giordano Bruno mentre la cassaforte ha resistito. Vista la situazione, la banda non ha potuto far altro che scappare anche perchè, a poca distanza, era presente una pattuglia dei carabinieri che è accorsa immediatamente sul posto. Ne è nato un folle inseguimento ma, alla fine, la banda a bordo di una potente Audi è riuscita a seminare la gazzella. Sono in corso gli accertamenti sui filmati delle telecamere a circuito chiuso con la speranza che, dalle immagini, possano emergere elementi utili ad individuare gli autori.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Addio sigarette: 9 trucchi per smettere di fumare

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

I più letti della settimana

  • Inutile la disperata corsa in ospedale, automobilista muore dopo il frontale

  • Fiamme nell'ex discoteca abbandonata, all'interno trovati bivacchi di fortuna

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Paga prostituta in anticipo e lei si rifiuta di fare sesso, cliente chiama i carabinieri

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

Torna su
RiminiToday è in caricamento