La notte agitata per un 46enne finisce in ospedale

Notte agitata per un leccese di 46 anni. Per fermare il pugliese, particolarmente agitato, si è reso necessario l'intervento di due pattuglie della Polizia

Notte agitata per un leccese di 46 anni. Per fermare il pugliese, particolarmente agitato, si è reso necessario l’intervento di due pattuglie della Polizia. L’uomo, ubriaco fradicio, si è presentato in via Curiel, dove abita la compagna, suonando ripetutamente il citofono e battendo violentemente contro la finestra. Alla richiesta di mostrare i documenti, si è ulteriormente agitato. Portato al comando per gli accertamenti del caso, si è ferito in una caduta.

Nonostante la ferita, ha continuato ad inveire ed aggredire i poliziotti. Uno ha riportato lesioni guaribili in sette giorni. Il pugliese è stato portato all’ospedale per un trattamento sanitario obbligatorio. L’uomo è stato denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e sanzionato per ubriachezza.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      L'ultimo saluto a Nicky Hayden, la cerimonia in diretta su Facebook

    • Eventi

      Occhi all'insù: tornano le Frecce Tricolori con il "Bellaria Igea Marina Airshow 2017"

    • Cronaca

      Riapre il "BoaBay": l'aquapark galleggiante in mare più grande del mondo

    • Incidenti stradali

      Scontro tra auto e scooter, ad avere la peggio è stato un 36enne

    I più letti della settimana

    • Incidente in moto per Valentino Rossi: ricoverato in pronto soccorso a Rimini

    • "Vale sta bene e sta riposando". E il "Dottore" si scatta un selfie con le infermiere

    • Ancora una tragedia sulle strade: schianto all'incrocio, muore un motociclista

    • E' morto Nicky Hayden, Kentucky Kid ha perso la sua gara più importante

    • Strappa l'arma dalla fondina di un agente e si spara diritta al cuore

    • Incidente in pista a Misano: pilota cade e viene investito da un'altra moto

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento