La nuova nevicata notturna ritarda la pulizia delle strade secondarie

Accanto ai mezzi del Piano neve sono all’opera da questa mattina le forze ausiliarie coordinate dalla cabina di regia

E’ stata improvvisa la nevicata che tra le quattro e le cinque del mattino ha reso di nuovo bianca la città. Un evento improvviso che con circa 5 centimetri di nuova neve ha in parte reso meno efficace l’opera che da ieri mattina le squadre del Piano neve stavano attuando per liberare la rete viaria cittadina dalle formazioni di neve e ghiaccio cadute durante la giornata. La priorità dell’intervento, già programmato per questa mattina, che avrebbe dovuto concentrarsi per risolvere le problematiche della viabilità secondaria, è scalata di fronte alla necessità d’intervenire prioritariamente sulle strade principali consentendo così la circolazione verso i luoghi di lavoro.

Assieme a quella principale e ai luoghi sensibili come ospedale e pronto soccorso, gli spazzaneve hanno operato anche per liberare il centro e consentire lo svolgimento del mercato ambulante del mercoledì. Interventi continui sulla viabilità della zona collinare dove, nonostante il lavoro più volte ripetuto con le lame, nelle prime ore della mattinata la circolazione restava difficoltosa in alcuni tratti per residui di neve e ghiaccio. Difficoltà anche nella viabilità secondaria della zona a sud dove attualmente si stanno concentrando gli interventi.

Accanto ai mezzi del Piano neve (33 spazzaneve sull’intero territorio comunale, 8 spargisale), sono all’opera da questa mattina le forze ausiliarie coordinate dalla cabina di regia che dall’inizio del maltempo sta programmando l’attuazione delle diverse azioni programmate a seconda delle necessità. Accanto alle 18 squadre di Anthea, alle 8 di Hera, sono all’opera da questa mattina per il lavoro più minuto anche una cinquantina di volontari del gruppo della Protezione civile di Rimini insieme ai ragazzi richiedenti asilo seguiti dalle associazioni e dalle cooperative riminesi che si sono offerti già da ieri pomeriggio per dare il loro ausilio per la pulizia della città. Daranno il proprio contributo specie sulle scuole di propria competenza anche i volontari di 11 gruppi di Ci.Vi.Vo. che hanno raccolto l’invito dell’Amministrazione comunale.

Quella delle scuole, infatti, diventa una priorità per essere in gran parte sede dei seggi in cui oltre 110.000 riminesi si recheranno a votare domenica 4 marzo. Una scadenza che rende prioritaria l’azione per garantire l’accesso in sicurezza, ed è per questo che il Comune di Rimini è pronto a mettere in campo ulteriori risorse di mezzi e materiali attingendo alla struttura organizzativa di uomini e mezzi di alcune imprese riminesi. Quello dell’intervento manuale per la pulizia dalla neve vicoli, piazzette, marciapiedi diventa un’opera importante anche alla luce di nuove possibili precipitazioni nevose. Il trattamento di rimozione superficiale di neve e ghiaccio e la salatura delle sedi non potrà infatti che facilitare l’ulteriore intervento di pulizia se necessario. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con provvedimento sottoscritto nelle prime ore del mattino il Prefetto di Rimini ha revocato “con effetto immediato” il divieto di circolazione per i veicoli commerciali con massa superiore a 7,5 tonnellate sull’autostrada A14 – per il tratto di competenza - in entrambe le direzioni e sulle strade statali della provincia di Rimini. In tali tratti viari potranno transitare anche i trasporti effettuati con veicoli eccezionali. Permane, invece, il divieto dei veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate sulle strade provinciali, salvo rivalutazioni sulla base di un costante monitoraggio in relazione all’evolversi della situazione. Contemporaneamente cessa anche il dispositivo di vigilanza dei caselli autostradali effettuato in questi giorni, in attuazione del Piano di settore per le emergenze sulla viabilità 2018/2019 recentemente aggiornato. Il provvedimento del Prefetto, che consegue a quello di sospensione del divieto per il tratto autostradale adottato nella tarda serata di ieri, prende atto – tra l’altro – degli ulteriori aggiornamenti forniti dalla Polizia Stradale nella mattinata odierna e si raccorda con i Prefetti delle province limitrofe di Pesaro-Urbino e Forlì-Cesena.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • A spasso sulla battigia azzanna gli agenti della polizia di Stato

Torna su
RiminiToday è in caricamento