La Provincia di Rimini boccia progetto per la realizzazione della discarica a San Leo

Gnassi: 'Il giudizio è chiaro e trasparente, e afferma una posizione che va rimarcata per il nuovo valore che immette al territorio e a chi vi risiede'

E' negativa la Valutazione di Impatto Ambientale (Via) relativa all'impianto di trattamento e recupero di rifiuti inerti, ma anche discarica di rifiuti inerti e speciali non pericolosi, di Pian della Selva a Fontanelle nel Comune di San Leo. Lunedì mattina, infatti, è stato pubblicato il decreto 89 del 2015, firmato venerdì scorso dal presidente della Provincia di Rimini, Andrea Gnassi, a conclusione dei lavori della Conferenza dei servizi. Il decreto, prendendo atto degli esiti della Conferenza, considera negativa la Via per il progetto presentato dalla ditta Cabe di Santarcangelo di Romagna.

Il rapporto di Impatto ambientale ha infatti giudicato il progetto ambientalmente "incompatibile con il sito proposto". Questo per via dell'impatto visivo dell'impianto, della tipologia e del flusso di traffico sulle strade provinciali che avrebbe innescato, ma anche per la presenza di abitazioni a ridosso del perimetro dell'impianto, e per "la non completa disponibilità dell'area da parte della ditta". Tutti questi, si specifica dalla Provincia, sono "elementi decisivi e non superabili". E' stata riscontrata inoltre l'incompatibilità urbanistica e territoriale dell'area, "suffragata da atti e documenti del Comune di San Leo e dell'Ufficio pianificazione territoriale della Provincia.

"La Conferenza dei servizi - commenta Gnassi - ha espresso il suo parere formale, tenendo prioritariamente conto degli aspetti tecnici. Il giudizio è chiaro e trasparente, e afferma una posizione che va rimarcata per il nuovo valore che immette al territorio e a chi vi risiede. Si afferma infatti una cultura del territorio e della sua vocazione, non più intesa come museificazione (con la quale comunque il progetto risulta incompatibile) ma anzi come leva di uno sviluppo possibile, sostenibile e richiesto a gran voce dalle comunità e che respinge la leva delle funzioni improprie, che poco o nulla hanno a che fare con quel territorio e la sua vocazione".

(Agenzia Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Il caffè troppo "nero" di un imprenditore: scoperta evasione per tre milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento