Ladro scoperto a rubare nel ristorante dal guardiano notturno

L'allarme ha fatto accorrere sul posto una pattuglia delle Volanti con gli agenti che hanno arrestato in flagranza il malvivente

E' andata male a un forlivese 21enne, già noto alle forze dell'ordine, il tentativo di rubare all'interno del ristorante Artrov nei pressi della stazione di Rimini. Il giovane è entrato in azione nella notte tra giovedì e venerdì quando, verso le 5.30, ha tagliato una tenda di plastica che divide il locale dal sottopasso pedonale del grattacielo ed è entrato all'interno per andare a rovistare nella cassa. I rumori, tuttavia, hanno messo in allarme il guardiano notturno che ha iniziato ad ispezionare il locale fino a quando non ha sorpreso il 21enne che, armato di coltello, stava cercando di forzare il cassetto dei contanti. La guardia ha chiesto l'intervento della polizia di stato e il malvivente, vistosi scoperto, ha tentato la fuga ma il tempestivo arrivo di una Volante ha permesso agli agenti di bloccarlo. Ammanettato e portato in Questura, è emerso che il forlivese aveva un lungo pedigree criminale e che, pochi mesi fa, il Tribunale di Forlì lo aveva già messo alla prova in sostituzione a una condanna per reati contro il patrimonio, il possesso di strumenti atti ad offendere e di arnesi da scasso. Dopo una notte in camera di sicurezza, il 21enne sarà processato per direttissima venerdì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Il ristoratore malato di Coronavirus era rientrato in Italia da pochi giorni

Torna su
RiminiToday è in caricamento