Figlia violenta al culmine di un litigio, la mamma chiama il 112

Mamma impaurita del comportamento aggressivo della figlia chiama il 112. E' quanto accaduto nel primo pomeriggio di giovedì in un'abitazione a Rimini

Mamma impaurita del comportamento aggressivo della figlia chiama il 112. E’ quanto accaduto nel primo pomeriggio di giovedì in un’abitazione a Rimini. La giovane, 20 anni, al culmine dell’ennesima discussione,  si è causata volontariamente delle ferite alle braccia ed ai polsi con le schegge di vetro di un vaso precedentemente infranto. Giunti sul posto, i Carabinieri hanno riportato la situazione alla calma,  in attesa dell’intervento dell’ambulanza che ha provveduto a trasportare la giovane presso il locale pronto soccorso.

Circa due ore più tardi invece i militari dell’Aliquota Radiomobile sono intervenuti in un condomino dove si segnalava l’impossibilità di addormentare la bambina di tenera età,  a causa della musica a tutto volume proveniente dall’appartamento del vicino. I Carabinieri hanno provveduto a risolvere la situazione.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      In 4 anni hanno venduto oltre 5 chili di eroina, stroncata la banda di pusher

    • Politica

      Scintille in consiglio comunale: "Rimini è la 'discarica' dei profughi"

    • WeekEnd

      Il lungo ponte dell'Immacolata si apre con i mercatini di Natale, concerti e spettacoli

    • Cronaca

      Sicurezza, il sindacato Silp: "Meno carri armati più Volanti e giubbotti antiproiettile"

    I più letti della settimana

    • Mamma e figlio investiti sulle strisce pedonali all'uscita di scuola

    • Profugo ospitato a Rimini tenta di violentare una ragazza per strada

    • Sfondano la vetrina col Suv, spaccata notturna nel negozio di elettrodomestici

    • Le offre da bere e poi la stupra, arrestato un nordafricano

    • Tutto in una notte: torna anche a dicembre la "Rimini Shopping Night"

    • Un dicembre mite potrebbe portare a brutte sorprese nel nuovo anno

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento