Addio Lucio Dalla: "Amava la nostra terra come una seconda patria"

"C'è grande dispiacere in tutti noi per la scomparsa di Lucio Dalla, un autore e un artista di eccezionale livello che più volte ha incontrato e incrociato le persone e i luoghi del territorio riminese"

“C’è grande dispiacere in tutti noi per la scomparsa di Lucio Dalla, un autore e un artista di eccezionale livello che più volte ha incontrato e incrociato le persone e i luoghi del territorio riminese. Un vero e grande amico, una persona ricca di talento, modernità e umanità che ha reso esplicito omaggio nelle sue canzoni a Rimini, a Riccione, contribuendo a esaltarne il mito come solo i grandi personaggi sanno fare”. Dalla Provincia di Rimini, l'assessore al Turismo Fabio Galli, traccia un ricordo dell'artista bolognese.

“Dagli indimenticabili concerti al Cellophane e all’Altro Mondo e negli altri storici locali riminesi negli anni Settanta (la locanda del lupo, ad esempio); alle partecipazioni a Blu Rimini e alle trasmissioni tv dalla Riviera; alla Notte Rosa del 2009; ai tanti amici; alla collaborazione con Samuele Bersani e Ballandi; all’ispirazione per i suoi capolavori spesso trovata nei locali riminesi; alla passione per il mare, Lucio Dalla viveva e amava la nostra terra come una seconda patria. Un amore ricambiato.Per questo credo doveroso un sincero omaggio e un ultimo, affettuoso saluto, a nome di tutta la comunità, a un uomo che ci ha dato tanto in vita e tanto ci lascia in eredità. Per sempre. Grazie, Lucio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Il ristoratore malato di Coronavirus era rientrato in Italia da pochi giorni

Torna su
RiminiToday è in caricamento