M5s: "Il Trc è un'opera inutile rispetto alle esigenze del trasporto locale"

In una nota congiunta, tutti i consiglieri grillini della provincia sono pronti ad appoggiare tutte le iniziative che rimettono in discussione l'opera

"Il Trc non è una partita in solitaria tra Rimini e Riccione, perchè i costi di gestione graveranno su tutti i Comuni del bacino provinciale del trasporto pubblico locale". Lo segnalano oggi in una nota congiunta tutti i consiglieri M5s della provincia. Se contro il metrò leggero di costa si è scagliato venerdì scorso a Rimini anche il presidente di Finmeccanica Mauro Moretti, i grillini, già autori di esposti in procura sulle demolizioni necessarie al cantiere del Trc, rilanciano compatti. Il gruppo riminese dice che "deve essere fatta chiarezza sui costi per l'interruzione del progetto e deve essere riconsiderata l'opera tenendo conto non solo di quanto è stato speso, ma di quanto costerà a tutti i comuni del bacino del tpl (area provinciale) sostenere i costi di gestione che, come detto, non graveranno solo su riminesi e riccionesi".

Dunque, il Trasporto rapido costiero resta "un'opera inutile rispetto alle esigenze del trasporto locale, e di grande impatto ambientale, specie in un territorio come il nostro vocato al turismo", aggiungono i 5 Stelle. Il Movimento, quindi, conferma tutte le proprie "forti perplessità, già espresse in passato, nel merito del progetto" e si impegna a "intraprendere ed appoggiare tutte le iniziative, da qualunque parte politica o libera associazione di cittadini esse provengano, finalizzate a rimettere in discussione" l'opera. Opera che "non solo rappresenta un'ipoteca sulle capacità di spesa delle presenti e delle future amministrazioni, ma anche l'ennesima infrastruttura calata dall'alto e priva di credibili riscontri previsionali in termini di servizi", concludono i consiglieri. Nel dettaglio, i firmatari sono Arianna Adanti, Gilberto Pedini e Marco Morelli e Graziano Gambuti (San Giovanni in Marignano), Sara Andreazzoli e Luca Mazzotta (Santarcangelo), Daniele Arduini (Morciano), Luigi Camporesi, Gianluca Tamburini e Carla Franchini (Rimini), Sabrina Casamenti e Fulvia Roselli (San Clemente), Vincenzo Cicchetti (Riccione), Tiziana Formica e Mauro Macrelli (Montefiore), Fabio Gennari, Matteo Piccioni, Francesca Gennari e Luca Gentilini (Misano), Danilo Lombardi e Cristian Stacchini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • I Grillini chiudono la classica stalla dopo che i buoi sono già scappati. La bocca si apre prima e non dopo.

  • I grillini hanno ragione, invece di bruciare tutti quei miliardi inutilmente perchè non si usano quei soldi per costruire scuole, asili, case popolari, e soprattutto fare le fogne a Rimini, invece di scaricare tutto in mare? Poi ci lamentiamo che il turismo cala...chi viene a farsi i fanghi dentro la nostra acqua?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo spacciatore consegna a domicilio facendosi portare dal taxi

  • Cronaca

    Geloso della fidanzata che lavora nel night, cerca di dar fuoco al locale

  • Cronaca

    Controllati i frequentatori delle sale scommesse, quasi la metà erano pregiudicati

  • Sport

    Lontano dal "Neri" non si vince: il Rimini ko contro la Samb

I più letti della settimana

  • Camion danneggia il cavalcavia: Statale 16 Adriatica chiusa in entrambe le direzioni

  • Nell'ospizio degli orrori gli anziani lasciati senza cibo e nella sporcizia

  • Tragedia sulle strade, ciclista muore travolto da un mezzo pesante

  • Natale e Capodanno "bollente": le coppie cercano l'eros a Saludecio

  • La "collina degli orrori", scoperto ospizio dove gli anziani venivano maltrattati

  • Nella sua scuderia di lucciole anche moglie e sorella mandate in strada a prostituirsi

Torna su
RiminiToday è in caricamento