Maltempo, un venerdì nero per tutta la provincia di Rimini

Mareggiate e allagamenti hanno funestato il territorio da Bellaria a Cattolica, centinaia gli interventi di vigili del fuoco e Protezione Civile

Al termine di un venerdì nero per tutta la provincia di Rimini, proseguono gli interventi di vigili del fuoco e Protezione Civile per i danni provocati dal forte temporale che si è abbattuto sulla costa. Accompagnati da una violenta burasca, i venti hanno causato la distruzione del BoaBay, il parco di gonfiabili allestito nello specchio di mare tra i Bagni 53 e 58, con le strutture andate alla deriva per la mareggiata. Gli oltre 100 millimetri di pioggia che si sono abbattuti sul riminese hanno provocato la chiusura di 5 sottopassi, in via Variano a Santa Giustina, via Costantinopoli, via Tripoli e via Firenze, mentre le raffiche di vento, che hanno sfiorato i 70 chilometri all'ora, hanno messo a dura prova le alberature cittadine. Il caso più critico si è verificato in via Covignano, all'altezza del civico 140, che si è abbattuto su una vettura in corsa. Ad andare completamente distrutta è stata una Fiat Multipla ma, miracolosamente, la pianta ha sfondato il tettuccio del lato passeggero e, l'automobilista, è riuscito ad uscire illeso dall'abitacolo. Sempre a Rimini, all'alba di venerdì il personale della Capitaneria di Porto ha portato in salvo l'equipaggio di una barca a vela che, proveniente dalla Croazia, è stata investita dalla mareggiata con tre persone a bordo tra cui una donna che ha accusato un improvviso malore.

Allagamenti registrati anche nel centro storico di Rimini ma, da Hera, è arrivata la comunicazione che i sistemi di pompaggio e di apertura delle saracinesche hanno funzionato regolarmente. Sempre per il maltempo, sono state aperte le paratie del sistema fognario riminese, con i liquami che si sono sversati in mare, facendo scattare il divieto di balneazione per 18 ore. Per vigili del fuoco e protezione civile è stata una giornata campale tanto che si è reso necessario l'intervento di rinforzi anche dalle provincie limitrofe. A finire allagato è stato anche il Palazzo di Giustizia di Rimini, con le aule che hanno risentito delle infiltrazioni di acqua, constringendo i giudici ad iniziare i processi in calendario con forti ritardi.

VIDEO - IL BOABAY PRENDE IL VOLO

La zona più colpita della provincia è stata quella sud e, in particolare, Cattolica. Qui si sono vissuti momenti di particolare paura per una famiglia di turisti, diretti a Vasto, rimasti intrappolati nel sottopasso allagato di viale Toscana. Portati in salvo, dopo un breve ricovero ospedaliero sono stati ospitati in una struttura ricettiva della Regina. Sin dalle prime ore del mattino il sindaco di Cattolica Mariano Gennari, con l’aiuto dei Responsabili degli uffici comunali coinvolti, ha messo in piedi una squadra d’emergenza efficiente e operativa. Addirittura ha trasformato la sua Segreteria di Palazzo Mancini in un autentico centro di coordinamento delle emergenze, così da cercare di far fronte con tempestività ad ogni situazione di disagio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento