Massacrato a sprangate in mezzo alla strada, caccia all'aggressore

Il ferito è stato trasportato d'urgenza al "Bufalini" di Cesena a causa delle gravi lesioni riportate alla testa

Serata di sangue, quella di domenica, a Rimini con due individui che si sono presi a sprangate in mezzo alla strada. L'allarme è scattato verso le 23.30 in via del Volontario, nei pressi del bar Zeta, dove, secondo i primi accertamenti, entrambi hanno iniziato a litigare fuoriosamente per poi colpirsi con dei bastoni. Ad avere la peggio è stato un albanese 37enne, rimasto a terra privo di coscienza, soccorso dal personale del 118 arrivato sul posto con ambulanza e auto medicalizzata mentre, l'aggressore, è fuggito facendo perdere le proprie tracce. Lo straniero, trasportato in un primo momento al pronto soccorso dell'Infermi, è stato successivamente trasferito d'urgenza al "Bufalini" di Cesena a causa delle gravi lesioni riportate. Nella notte, tuttavia, l'albanese è migliorato tanto che, lunedì mattina, è stato giudicato fuori pericolo dai medici del nosocomio cesenate. In via del Volontario sono intervenuti i carabinieri e, al momento, sono in corso le indagini per individuare l'autore dell'aggressione che, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe a sua volta un albanese.

Potrebbe interessarti

  • I 7 migliori borghi medievali da visitare in Romagna

  • Come pulire la lavastoviglie con bicarbonato, aceto e limone

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Smagliature addio! Come liberarti di questi inestetismi

I più letti della settimana

  • Identificato il cadavere carbonizzato nell'auto che ha preso fuoco in A14

  • Auto in fiamme in A14, il guidatore muore carbonizzato nell'abitacolo

  • Ritrovato cadavere a soli 26 anni, la Procura indaga sul decesso

  • Tragedia sulla strada, scooterista perde la vita in un drammatico incidente

  • "Ho visto l'abitacolo esplodere", i testimoni raccontano il dramma dell'A14

  • Il Cocoricò non riaprirà: fallita la società che gestiva la discoteca

Torna su
RiminiToday è in caricamento