Maxi operazione antidroga dei carabinieri, raffica di arresti sulle colline riminesi

La vasta attività di spaccio ruotava tutta attorno al barbiere del paese, coinvolti a nche un ristoratore di Novafeltia e un ex macellaio di Pennabilli

E' in corso una vasta operazione dei carabinieri del comando provinciale di Rimini, impegnati nell'esecuzione di dieci misure cautelari e dodici perquisizioni nei confronti di un gruppo di spacciatori che vendeva cocaina sulle colline riminesi. Le indagini, coordinate dalla procura di Rimini, hanno permesso di sequestrare ingenti quantitativi di stupefacente destinato alla vendita al 'dettaglio'. Scoperti i canali di rifornimento di droga attraverso i quali si riusciva a rifornire la piazza di spaccio delle valli della provincia. Sequestrati inoltre beni immobili e auto di grossa cilindrata. L’indagine, denominata “Siviglia 2017” parafrasando il titolo della celebre Opera buffa di Rossini, è stata così battezzata dall’attività lavorativa del soggetto fulcro dell’attività, il barbiere insospettabile e conosciutissimo del paese, che come base operativa per lo smercio di droga, utilizzava il proprio negozio storico di barberia sito in Novafeltria: una vera e propria piazza di spaccio per compratori e fornitori. L’intensa attività di spaccio di droga soprattutto cocaina, ma anche marijuana e hashish, all’interno della barberia con protagonista – sin dalla fase iniziale delle indagini - la figura del citato barbiere detto “Figaro” e di S.C., suo fidato luogotenente e figura di rilevante importanza nelle illecite attività. Dalle eloquenti immagini captate che ritraggono decine e decine di acquirenti, anche qui molti insospettabili e conosciuti, fare la fila per un “taglio e uno shampoo” per poi prendere l’agognata “dose”.

QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

  • Il ristoratore malato di Coronavirus era rientrato in Italia da pochi giorni

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

Torna su
RiminiToday è in caricamento