"Tempesta si San Martino", il vento miete una vittima illustre: l'Olmo di San Francesco

Non solo sulla Riviera Romagnola, dove si sono registrati fra l'altro danni a monumenti, ma anche a San Leo nella nottata fra domenica e lunedì, presumibilmente verso le 2, le eccezionali raffiche di vento hanno mietuto una "vittima illustre"

Non solo sulla Riviera Romagnola, dove si sono registrati fra l’altro danni a monumenti, ma anche a San Leo nella nottata fra domenica e lunedì, presumibilmente verso le 2, le eccezionali raffiche di vento hanno mietuto una “vittima illustre” nell’ambito del patrimonio culturale cittadino. Lo storico albero piantato nel 1936, comunemente chiamato “Olmo di San Francesco” non ha retto alla forza del vento, spezzandosi alla base.

Una sezione del tronco dell’olmo sotto il quale predicò in realtà San Francesco, abbattuto nel 1662, è invece tutt’ora conservata nel vicino Convento di Sant’Igne. L’albero, un bagolaro chiamato anche spaccasassi, nella sua caduta ha colpito la Fontana neoclassica sita in Piazza Dante, tranciandone purtroppo la parte superiore.

Amministrazione Comunale, Protezione Civile, Sovrintendenza e Forestale sono prontamente intervenuti sul posto fin dall’alba per le prime valutazioni e per sgombrare la Piazza dai residui. Arpa Emilia Romagna conferma la registrazione nella stazione di Pennabilli di raffiche di vento fino a 100 Km orari, mentre sulla Costa la velocità è rimasta fra i 90/95 Km orari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • La gelosia e i maltrattamenti dietro il feroce pestaggio di Sant'Andrea in Besanigo

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Banda del bancomat in azione, malviventi messi in fuga dai carabinieri

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

Torna su
RiminiToday è in caricamento