Vandali devastano la sala parrocchiale e tentano di appiccare il fuoco: "Danni impressionanti"

Un gruppo di delinquenti ha colpito la sala della chiesa "Madre del Bell'Amore" di Misano distruggendo arredi, oggetti sacri e imbrattando i muri con litri di birra ed escrementi

Hanno distrutto e imbrattato con scritte, litri di birra sui muri ed escrementi la sala parrocchiale della chiesa "Madre del Bell'Amore" di Misano Cella, in via San Giovanni. Un gruppo di vandali non ha risparmiato niente devastando il controsoffitto, spaccando tutte le gambe alle sedie e i vetri delle porte. Non paghi di questo, sono saliti al piano superiore e hanno dato sfogo alla loro violenza e inciviltà anche nell'appartamento oggi disabitato. "Siamo rimasti scioccati dopo avere visto cosa hanno combinato - racconta Gabriele, collaboratore della parrocchia - il nostro sacerdote, don Pasquale è addolorato per quanto accaduto e anche tutti noi fedeli. I danni sono impressionanti. E pensare che questo fine settimane avremmo dovuto organizzare la tradizionale festa della Cella, già annullato per via dell'emergenza sanitaria".
Quando vi siete accorti dell'atto vandalico?
"Giovedì pomeriggio avevamo notato un gruppo di ragazzi aggirarsi nei dintorni, ci siamo insospettiti e quando siamo andati a controllare abbiamo visto le porte della sala spalancate, lo spazio rimane vicino alla chiesa. Non credevamo ai nostri occhi e ancora facciamo fatica, non sappiamo da dove iniziare per rimettere in ordine e recuperare il poco rimasto intatto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Siete riusciti a calcolare i danni?
"Impossibile, è quasi tutto distrutto. Avranno anche rubato, sembra manchi qualcosa ma facciamo fatica a ricostruire l'inventario. Questa è la sala per le nostre attività, dove organizziamo la tombola, gli incontri, ci sono varie attrezzature per le feste della parrocchia".
E' tutto irrecuperabile?
"Praticamente sì, hanno distrutto le sedie, il soffitto in cartongesso, hanno spaccato tre casse di birra contro i muri e hanno tentato di dare fuoco ai tavoli che per fortuna sono ignifughi. Ma anche oggetti sacri come i crocifissi. Hanno imbrattato i muri con parolacce e scritte offensive contro le forze dell'ordine. Per non parlare degli escrementi lasciati in vari punti della sala".
Avete sporto denuncia?
"Immediatamente, anche i carabinieri sono rimasti sorpresi dai danni. Da una stima dei danni, secondo le forze dell'ordine non era la prima volta che entravano, non c'era ad esempio odore di birra e questofa pensare lo avessero fatto in precedenza. Noi non ce ne siamo mai accorti, era stato tutto chiuso".
Hano colpito anche altrove?
"Sappiamo che avevano tentato di salire sulla gru di un cantiere vicino, ma erano stati allontanati, forse da noi qualcuno li ha disturbati e sono fuggiti via, per fortuna, altrimenti rischiavamo l'incendio".
Li avevati mai visti prima?
"Mai. Abbiamo notato solo questo gruppo di giovani, ma niente di più. I carabinieri sono sulle loro tracce, speriamo riescano a fare giustizia. Noi intanto cerchiamo di rimboccarci le maniche e salvare qualcosa per continuare le nostre attività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

Torna su
RiminiToday è in caricamento