Misano, 40 anni per il Liceo Linguistico San Pellegrino: sabato una grande festa

Il Liceo Linguistico paritario San Pellegrino ha raggiunto i 40 anni di vita. È un compleanno importante per tutti coloro che hanno lavorato e studiato in questa scuola e sarà celebrato con una grande festa

Il Liceo Linguistico paritario San Pellegrino ha raggiunto i 40 anni di vita. È un compleanno importante per tutti coloro che hanno lavorato e studiato in questa scuola e sarà celebrato con una grande festa, sabato dalle ore 18,00 al Riviera Golf Resort, in via Conca Nuova 1236 a San Giovanni in Marignano di Rimini. Grazie ai ricordi e alle emozioni raccontate dalla viva voce di ex studenti (diplomati, soprattutto, negli anni Ottanta e Novanta) e di allievi ancora alle prese con gli studi, si ripercorrerà la storia del Liceo che, negli anni, si è distinto per la scelta educativa di porre al centro la “persona” con i suoi talenti e le sue peculiarità.

I ragazzi che frequentavano il Liceo, soprattutto negli anni Ottanta e Novanta, oltre che dalla Provincia riminese provenivano anche dal pesarese e in quattro decenni risultano oltre un migliaio i giovani che hanno conseguito il diploma al San Pellegrino. Nell’anno scolastico. in corso gli iscritti sono 80 (oltre ai 100 della Scuola Superiore per Mediatori linguistici), espressione di una politica educativa che punta sulla formazione di classi con un massimo di 20 allievi per consentire un insegnamento mirato a far emergere le capacità di ogni singolo studente.

I diplomati del San Pellegrino sono diventati imprenditori, professionisti, anche con lavori all’estero, oppure, come la stessa preside, Silvia Paccassoni, o le professoresse Emanuela Berardi e Gaja Santini, sono insegnanti del Liceo San Pellegrino o, come Roberta Fabbri, docente della Scuola Superiore per Mediatori linguistici. Il Liceo San Pellegrino iniziò la sua attività nell’autunno del 1973 con 23 alunni e la direzione di Padre Andrea Lino M. Acquaroli. La scuola superiore è stata fondata dall’Ordine dei Servi di Maria quale percorso imprescindibile per sviluppare l’attività educativa dell’Istituto San Pellegrino, costituito a Misano Adriatico dall’Ordine religioso nel 1951 e che nel ‘73 già si occupava di gestire una scuola Elementare e una scuola Media, oltre alle colonie estive.

Il Liceo linguistico, riconosciuto legalmente dal Ministero della Pubblica Istruzione il 10 giugno 1978, divenne ben presto un punto di riferimento territoriale per la formazione linguistica. Tra i presidi storici che hanno lasciato un segno sia dal punto di vista umano, sia dal punto di vista professionale, non si possono non citare Geo Cenci (dall'anno scolastico 1982/83 all'anno scolastico 1992/1993) ed Ermanno Dini (dall’anno scolastico 1993/94 all'anno scolastico 1996/1997), due figure molto conosciute nella comunità riminese e ricordate con molto affetto dagli stessi studenti.

Al San Pellegrino oggi si insegnano quattro lingue, inglese, francese, tedesco, spagnolo, ma gli iscritti possono seguire ulteriori corsi linguistici in portoghese, russo, cinese, giapponese, arabo, gestiti dalla Scuola Superiore di Mediazione Linguistica. Il Liceo fa parte della Rete internazionale delle Scuole servitane, scuole fondate dall'Ordine dei Frati Servi di Maria nel mondo, che consente ai ragazzi di svolgere soggiorni studi all’estero, dall’Europa all’America sino all’Australia.

In una prospettiva internazionale e di alta formazione didattica, dal 2013 il Liceo linguistico paritario San Pellegrino è parte dell’omonima Fondazione Universitaria (Fusp), fondazione nata dall’incontro tra l’Ordine dei Servi di Maria, il Nida Institute di NewYork e il Comune di Misano Adriatico. L’attività di ricerca e di didattica promossa dalla Fusp, ossia la Scuola Superiore per Mediatori linguistici (laurea triennale) di Misano e di Vicenza, la Nida School of Translation Studies e la Nida School of Bible Translation (con sede Misano/New York) e il corso post-laurea “Tradurre la letteratura”, determinano la rifondazione del Liceo linguistico e la sua unicità.

“In un’occasione come questa – afferma Silvia Paccassoni, preside del Liceo linguistico San Pellegrino – non posso che esprimere l’orgoglio di far parte di questa storia, prima come studentessa e adesso come preside. Come studentessa, al San Pellegrino riconosco il grande merito di avermi permesso di vivere in un ambiente sereno e stabile, in cui ho avuto tempo e opportunità per comprendermi e fare emergere i miei progetti. E per me, come per tanti miei compagni, il San Pellegrino è stato Geo Cenci, il nostro preside al quale ci affidavamo quotidianamente. “Geo”, così lo chiamavamo tra noi, ci ha insegnato tante cose, una in particolare per me è sempre stata motivo di esempio, e oggi ancora di più in questo ruolo, il dialogo, il suo valore.

Dopo essermi diplomata al Liceo, ho sentito che quell’esperienza era stata un dono. Ora vorrei riuscire a ridare quello che ho ricevuto, questa è l’ambizione, questo è il sogno”. Durante la Festa di compleanno di sabato 5 ottobre, sono previsti gli interventi del vice-presidente della Fondazione Universitaria San Pellegrino Stefano Arduini e del preside del Liceo San Pellegrino Silvia Paccassoni. Porteranno un saluto il Dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Agostina Melucci e il sindaco di Misano Adriatico Stefano Giannini. Sono attese rappresentanze dall’Ordine dei Servi di Maria.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo spacciatore consegna a domicilio facendosi portare dal taxi

  • Cronaca

    Geloso della fidanzata che lavora nel night, cerca di dar fuoco al locale

  • Cronaca

    Controllati i frequentatori delle sale scommesse, quasi la metà erano pregiudicati

  • Sport

    Lontano dal "Neri" non si vince: il Rimini ko contro la Samb

I più letti della settimana

  • Camion danneggia il cavalcavia: Statale 16 Adriatica chiusa in entrambe le direzioni

  • Nell'ospizio degli orrori gli anziani lasciati senza cibo e nella sporcizia

  • Tragedia sulle strade, ciclista muore travolto da un mezzo pesante

  • Natale e Capodanno "bollente": le coppie cercano l'eros a Saludecio

  • La "collina degli orrori", scoperto ospizio dove gli anziani venivano maltrattati

  • Nella sua scuderia di lucciole anche moglie e sorella mandate in strada a prostituirsi

Torna su
RiminiToday è in caricamento