Natale al buio, monta la protesta dei commercianti di Misano Adriatico

In una lettera esprimono il rammarico per "la situazione del centro di Misano che è paragonabile a quella di una periferia abbandonata"

"E’ un buio non solo esteriore quello che ci spinge a scrivere queste righe". Inizia così l'amara lettera di un gruppo di commercianti di Misano Adriatico che lamentano di essere stati lasciato abbandonato a loro stessi nel periodi di Natale. "E’ un buio soprattutto interiore, che esprime purtroppo alla perfezione lo stato d’animo di noi commercianti, titolari delle circa 50 attività aperte a Misano tutto l’anno, che vedono purtroppo solo buio alla fine di questo tunnel chiamato ‘inverno’ - proseguono. - Il nostro coraggioso impegno nel continuare a tenere alzate le nostre serrande anche durante il periodo invernale sembra passare inosservato agli occhi della nostra amministrazione comunale. E’ scoraggiante vedere come, anno dopo anno, non appena conclusa la stagione estiva, diventiamo sempre più invisibili".

"Speravamo almeno che il periodo natalizio - scrivono - ci avrebbe riservato qualche piacevole novità, visti tra l’altro i molteplici incontri avuti con l’assessore alle attività economiche e con le associazioni di categoria, iniziati già in primavera, e dai quali era addirittura nato un interessante calendario di eventi che avrebbero coinvolto tutto l’asse commerciale e previsto una ramificazione di luminarie semplici ma caratteristiche e d’effetto. Eravamo felici di essere stati contattati dall’amministrazione stessa affinchè si potesse creare insieme un efficace programma di riqualificazione del centro commerciale naturale del paese, con l’obiettivo di valorizzarlo soprattutto in un’ottica annuale, anche in virtù della legge 41, di cui noi commercianti saremmo i beneficiari. Beneficiari teorici però, perché in realtà non abbiamo ancora visto un singolo euro speso a nostro giovamento".

"Ad oggi purtroppo di tutto ciò resta solo una grande amarezza. La situazione del centro di Misano è paragonabile a quella di una periferia abbandonata. E’ proprio così che ci sentiamo: abbandonati. Del programma costruito e pensato per questo periodo di feste e di tutto l’impegno e l’energia da noi spesa nel farlo, non vi è traccia:  le vie del centro sono ancora buie, anche quelle che vedono la presenza di attività commerciali aperte; le 10 palle installate funzionano solo in parte. Siamo stati completamente esclusi dal calendario eventi promosso dall’amministrazione e, triste dirlo, nemmeno informati a riguardo. Nessuna finestra aperta ad un nostro coinvolgimento. Passeggiamo tra le vie di altri comuni non molto distanti dal nostro, anche più piccoli, e notiamo con rammarico quanto poco ci vorrebbe per rendere attraente Misano ad un turismo annuale". 

"Siamo certi che l’amministrazione abbia a cuore le sorti di noi commercianti, come potrebbe non esserlo del resto; siamo noi in fondo che, nonostante il difficile momento di crisi, continuiamo a tenere vivo il paese con la nostra presenza, le nostre luci, la nostra partecipazione (anche economica) a tutte le manifestazioni organizzate dai vari comitati anche nel periodo estivo. Sarebbe agghiacciante trovarsi in estate un centro privo di negozi ed attività costretti alla chiusura, una disfatta per il comune, per gli albergatori e soprattutto per i nostri turisti. Quest’ultimi già costretti a cercare l’atmosfera natalizia altrove e invogliati ad affluire nei comuni limitrofi a causa di una viabilità che non prevede alcun tipo di segnaletica indicante il centro di Misano".

"Non possiamo e non vogliamo credere non ci possa essere una collaborazione tra noi e la nostra amministrazione che tenga conto finalmente anche delle nostre esigenze e che possa sfociare in interventi volti a dare forma alle infinite potenzialità del nostro paese, troppo spesso penalizzato da una visione turistica rivolta unicamente alla stagione estiva. Noi pensiamo invece che si debba partire proprio dalla stagione apparentemente più buia, porre questa sotto i riflettori,  per riuscire a sviluppare e rinvigorire anche l’estate. Siamo sicuri ne sarebbero entusiasti anche i nostri colleghi albergatori e bagnini a cui va il nostro appello ad appassionarsi alle sorti di Misano anche durante i mesi senza sole. Il futuro del nostro paese è nelle mani di tutti, non lasciamocelo sfuggire".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tentato omicidio aggravato dal razzismo e dai motivi futili

    • Cronaca

      Misteriosa intossicazione tra gli studenti durante le lezioni, evacuata la scuola

    • Politica

      Aggressione a sfondo razzista, le reazioni del mondo politico e istituzionale

    • Cronaca

      Inseguito dai carabinieri, sbanda e finisce nel fosso con lo scooter

    I più letti della settimana

    • Falciato sulla Marecchiese, ragazzino trasportato al "Bufalini" in eliambulanza

    • Automobilisti attenzione: installati i nuovi photored negli incroci di Rimini

    • Il canale scava sotto terra, si apre una voragine sulla strada

    • Tentato omicidio, lo accoltella e poi cerca di finirlo investendolo

    • Neo 18enne senza patente innesca folle inseguimento con la Stradale

    • Diciottenne bellariese prova una moto con il foglio rosa, rovina a terra e si ferisce

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento