Costa Concordia, la mamma di Daya: "Continuate a cercare la mia bimba"

"Continuate a cercare la mia bambina. Portatemela a casa il prima possibile. Non fermatevi". E' disperato l'appello di Susy Albertini, la mamma della piccola Dayana, la bimba di 5 anni dispersa nel naufragio della Costa Concordia

Continuano le ricerche dei dispersi sulla Costa Concordia, © TM News Infophoto

“Continuate a cercare la mia bambina. Portatemela a casa il prima possibile. Non fermatevi”. E' disperato l'appello di Susy Albertini, la mamma della piccola Dayana, la bimba di 5 anni dispersa nel naufragio della Costa Concordia insieme al papà Williams Arlotti di 36 anni. La donna, nel corso della trasmissione di Rai Tre “Chi l'ha visto?”, si è rivolto anche a chi era a bordo della crociera: “Potete dirci un luogo preciso da dove poi sono scomparsi?”.



Anche l'avvocato che tutela Albertini, Davide Veschi, si è associato all'appello della mamma: “Chiediamo a tutti coloro che erano in quella zona della nave e l'hanno fortunatamente lasciata – ha evidenziato il legale - se ricordano di aver visto una bambina e suo padre scivolare. Chiediamo che si facciano avanti e diano indicazioni precise ai sommozzatori per fare delle ricerche mirate”.

Williams e Dayana Arlotti si trovavano a bordo della “Costa Concordia” insieme alla compagna dell'uomo, Michela Maroncelli, 32 anni, che si è messa in salvo salendo su una scialuppa di salvataggio. La donna ha riferito di aver visto padre e figlia scivolare nel passaggio da un ponte all’altro dell’imbarcazione in quanto il corridoio si stava inclinando.



Giovedì mattina sono intanto riprese le ricerche, interrotte mercoledì per lo spostamento della nave. Il ministro dell'Ambiente Corrado Clini ha detto che lo scafo, attualmente in equilibrio precario su un fondale roccioso, rischia di inabissarsi. Una prospettiva ancora più allarmante visto il maltempo previsto per i prossimi giorni. “Non sono per niente tranquillo perché quello che stiamo facendo dipende fortemente dalle condizioni meteo-climatiche – ha affermato Clini -. Se dovessero cambiare, potrebbe essere difficile realizzare il programma che abbiamo predisposto, abbiamo tempi molto stretti”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Il ristoratore ha ‘esportato’ il virus in Romania, malato un 20enne dipendente del suo locale

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Coronavirus, la Regione annuncia due nuovi casi a Rimini. In 40 in isolamento volontario

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

Torna su
RiminiToday è in caricamento