Neve in arrivo: stop ai mezzi pesanti e obbligo di catene sulle Statali

Intanto l'Anas ha comunicato che l’obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo (o montate dove necessario) è provvisoriamente esteso a tutte le strade statali in Emilia Romagna.

La Protezione Civile annuncia l'arrivo della neve e il Prefetto di Rimini dispone nuovamente il divieto di circolazione dei mezzi con massa superiore a 7,5 tonnellate (anche trasporti eccezionali). Il provvedimento, operativo sull’intero sistema viario della provincia (autostrade, strade statali e provinciali), sarà in vigore fino a cessate emergenze. Sono esclusi i veicoli indicati nel Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti numero 571 del 19 dicembre 2017. Questi mezzi, viene specificato, "potranno comunque subire dei fermi temporanei in casi di condizioni metereologiche estreme che non rendono sicura la circolazione stradale".

Intanto l'Anas ha comunicato che l’obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo (o montate dove necessario) è provvisoriamente esteso a tutte le strade statali in Emilia Romagna. Sul sito www.stradeanas.it alla pagina “Piani e interventi” è possibile conoscere tutti i tratti lungo i quali è in vigore l'obbligo di dotazioni invernali e le principali aree di sosta in caso blocco della circolazione per i mezzi pesanti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Rissa al parco Marecchia, per uno dei ragazzi 300 punti di sutura

Torna su
RiminiToday è in caricamento