Neve, la Provincia di Rimini chiede lo stato di emergenza

Il Presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali ha inviato giovedì mattina la richiesta di dichiarazione di stato di crisi e richiesta di stato di emergenza relativo agli eventi meteorologici attualmente in corso

Il Presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali ha inviato giovedì mattina la richiesta di dichiarazione di stato di crisi e richiesta di stato di emergenza relativo agli eventi meteorologici attualmente in corso su tutto il territorio provinciale. Le abbondanti nevicate, oltre a creare grossi disagi alla viabilità, specialmente nei comuni montani, stanno provocando prolungati distacchi di energia elettrica in diverse aree della Provincia e in particolar modo nel comune di Gemmano. La mancanza di corrente sta creando diversi problemi per l’approvvigionamento idrico destinate alle varie utenze, tra cui il riscaldamento.



A tal fine, volontari della protezione civile e l’Enel stanno intervenendo in maniera sinergica per l’installazione di generatori di emergenza, in particolare a Torriana, Verucchio e Saludecio, dove sono stati segnalati i problemi maggiori (dovuti in gran parte alla caduta di alberi sui fili dell’alta tensione, con conseguente interruzione del servizio).

Alcune zone periferiche dell’alta Valmarecchia rimangono irraggiungibili anche agli automezzi, con conseguente difficoltà nel verificare e portare assistenza alle abitazioni presenti. Se sulle vie principali la situazione è migliore, essendo percorribili  pur con grande cautela e difficoltà, le strade secondarie risultano non del tutto accessibili. Tale fenomeno particolarmente avverso crea una situazione emergenziale, estesa a tutto il territorio, e le previsioni metereologi che rimangono di forte perturbazione per le prossime ore e la giornata di domani. Le strutture tecniche della Provincia e degli Enti Locali preposti stanno gestendo l’emergenza con ricognizioni specifiche sui territori con tutto il personale disponibile impiegato in strada, compresi gli strumenti spalaneve dei terzisti.
 
Sono state numerose le segnalazioni arrivate alla protezione civile tramite  il numero verde 800422233. Si ricorda che il numero è attivo per segnalare esclusivamente situazioni di emergenza, per chi è solo a casa ed è in stato di necessità oppure per chi,è impossibilitato ad uscire di casa necessitando di medicinali o cure.
 
Il Tavolo tecnico sulla sicurezza del lavoro formato da Provincia di Rimini, Comuni e Inail raccomanda la massima prudenza per gli spostamenti per e dai luoghi di lavoro, ricordando come in questi periodi, secondo i dati Inail, gli incidenti in itinere aumentano anche del 4oo%. Il consiglio è quello di muoversi con i mezzi pubblici e, laddove impossibile, limitare al massimo gli spostamenti con i mezzi propri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Il ristoratore ha ‘esportato’ il virus in Romania, malato un 20enne dipendente del suo locale

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Coronavirus, la Regione annuncia due nuovi casi a Rimini. In 40 in isolamento volontario

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

Torna su
RiminiToday è in caricamento