Non rispettano gli arresti domiciliari: i Carabinieri portano in carcere due persone

"L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini" si legge in una nota

Venerdì i Carabinieri della Stazione di Viserba, nel corso del quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno rintracciato e tratto in arresto, in ottemperanza all’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Rimini, un 46enne riminese, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. L’uomo, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, nell’ultimo mese non aveva rispettato l’obbligo di rimanere in casa in varie occasioni. Tali violazioni, prontamente refertate all’Autorità Giudiziaria dai Carabinieri della Stazione di Viserba, hanno portato alla sostituzione della citata misura con quella del carcere e pertanto lo stesso è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Rimini.

Analogo provvedimento restrittivo emesso dalla Corte D’Appello di Bologna ha portato l’arresto di un uomo classe 1986, albanese, residente a Santarcangelo di Romagna. Anche lui era agli arresti domiciliari ma più volte è stato sorpreso dai carabinieri al di fuori dell’abitazione, non rispettando gli obblighi imposti dalla Magistratura. Tali violazioni prontamente rapportate hanno portato l’Autorità Giudiziaria a revocare il beneficio degli arresti domiciliari, sostituendoli con il carcere. Ora l’uomo è dietro le sbarre a Rimini.    

"L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati" si legge in una nota dei Carabinieri riminesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Oggi Simoncelli avrebbe compiuto 33 anni: buon compleanno Sic

  • In casa oltre 33mila euro falsi, autotrasportatore arrestato dai carabinieri

  • Automobilisti troppo spericolati, la Municipale intensifica i controlli con gli autovelox

  • Alberta Ferretti sfila con la nuova collezione a Rimini e sarà uno show in omaggio a Fellini

  • Nel mini market spunta anche della droga, arrestato il titolare

Torna su
RiminiToday è in caricamento