Notte brava con l'auto di mamma, al ritorno a casa trova la polizia di Stato

Corse a folle velocità, semafori rossi bruciati e una lunga serie di infrazioni al Codice della strada

Notte brava per un 38enne riminese che, a bordo dell'auto di mamma, ha causato il putiferio sulle strade cittadine innescando una folle corsa con una pattuglia della polizia di Stato. Nella notte tra mercoledì e giovedì, lungo viale regina Elena, il personale del reparto Prevenzione Crimine di Bologna aveva intercettato una Hyundai rossa con a bordo due persone e, alla vista dei lampeggianti, il guidatore ha iniziato a spingere sull'acceleratore. Insospettiti dal comportamento, gli agenti hanno iniziato a seguire il veicolo fino a quando, imboccata viale Mantova a tutta velocità, gli è stato intimato l'alt. Per tutta risposta, chi si trovava al volante ha dato prima l'impressione di rallentare per poi dare nuovamente gas e fuggire a tutta velocità lungo viale Marconi in direzione di Riccione. Durante la corsa la Hyundai ha "bruciato" il semaforo rosso di via Martinelli per poi imboccare viale principe di Piemonte tra sgommante, sterzate e inchiodate incurante del traffico e delle altre auto in sosta.

Nel frattempo la pattuglia ha chiesto rinforzi, nel tentativo di bloccare il fuggitivo con una manovra a tenaglia, ma l'automobilista vistosi braccato non ha esitato ad entrare in viale Pescara contromano e continuare a scappare verso Riccione prendendo altre strade in senso vietato e facendo perdere le proprie tracce. Dal controllo della targa, è emerso che la Hyundai era di proprietà di una 61enne di Montescudo e, gli agenti, si sono presentati a casa della donna. Qui hanno scoperto che il mezzo era stato preso dal figlio 38enne e, la signora, non ha potuto far altro che attaccarsi al telefono per intimare all'uomo di tornare a casa il prima possibile. Solo verso l'1 la situazione si è conclusa con l'automobilista che, ritornato all'abitazione, ha dovuto fare i conti prima con il personale della polizia di Stato e poi con la mamma. Sul fronte delle forze dell'ordine il 38enne, risultato essere anche ubriaco e sotto l'effeto di stupoefacenti, si è visto stilare un lungo e dettagliato verbale delle infrazioni commesse durante la fuga, oltre alla resistenza a pubblico ufficiale, e ha dovuto dare l'addio alla propria patente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza: "Calano i furti negli appartamenti"

  • Cronaca

    Armato di taglierino rapina banca nel cuore del centro storico

  • Cronaca

    Rapina al supermercato, nella fuga il malvivente getta il bottino

  • Cronaca

    Scacco al lavoro nero, 22 imprenditori pizzicati con 98 dipendenti irregolari

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto, il sisma avvertito in tutta la Romagna

  • Barba, capelli e cocaina: il barbiere a capo della banda di pusher

  • Anche mamme coi neonati si rifornivano di cocaina dai pusher della Valmarecchia

  • Souvenir della II Guerra Mondiale: in casa 100 mitragliatrici e decine di bombe e granate

  • Scippata nel Borgo San Giuliano, la vittima insegue il ladro e lo sperona in bici

  • Precipita dal quarto piano, 35enne si salva dalla caduta di oltre 12 metri

Torna su
RiminiToday è in caricamento