Nuovo Papa, il vescovo: "Il saluto di un Papa che si sente papà"

Innanzitutto Lambiasi parla della folla di fedeli che ha atteso in piazza San Pietro, con enorme gioia e festa, il nuovo papa, mostrando una "Chiesa di Roma che abbraccia il suo Papa ancora prima di conoscerne il nome e il volto"

L'allora cardinal Bergoglio con Benedetto XIV

Il vescovo di Rimini, monsignor Francesco Lambiasi, commenta ai microfoni di Radio Icaro, l'elezione del nuovo Pontefice, Francesco I. Innanzitutto Lambiasi parla della folla di fedeli che ha atteso in piazza San Pietro, con enorme gioia e festa, il nuovo papa, mostrando una "Chiesa di Roma che abbraccia il suo Papa ancora prima di conoscerne il nome e il volto". Il vescovo di Rimini ha inoltre apprezzato molto le prime parole di Papa Bergoglio, che ha salutato i fedeli con un “buonasera”.

"Mi è sembrato il saluto di un Papa che si sente papà. Ha un cuore di padre, Papa Francesco, come l'ha avuto Papa Benedetto anche se si tratta di persone diverse. - sottolinea Lambiasi a Radio Icaro - Quel buonasera lo trovo un saluto davvero francescano, perché se uno va a Poggio Bustone, nella valle reatina, ancora oggi il sindaco passa in tutte le case la sera di capodanno a dare il saluto di buon anno con le parole di San Francesco. Che non sono “sia lodato Gesù Cristo” come uno si potrebbe aspettare o il tradizionale “pace e bene””.

Francesco, ricorda Lambiasi, “passava per le case dicendo “buongiorno brava gente”. Questo buongiorno di Francesco e questo buonasera di Papa Francesco sono un modo per la Chiesa di mostrarsi nella sua limpida e vera umanità".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Santarcangelo piange la scomparsa della giovane mamma falciata dal suv

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Bisarca tamponata in A14 "perde" un veicolo che trasportava

Torna su
RiminiToday è in caricamento