Movida al Marano, ecco il nuovo regolamento: finisce l'era del vocalist

Il documento è indirizzato ai locali sulla spiaggia nel tratto compreso tra il bagno 128 ed il confine con Rimini e i pubblici esercizi che si trovano in Viale D’Annunzio sullo stesso tratto di territorio

“Sarà un regolamento improntato sulla certezze delle regole, ecco perché durante tutta la stagione estiva a partire dalla prossima settimana l’Amministrazione in stretta sinergia con le forze dell’ordine vigilerà affinchè sia dato un nuovo corso alla zona del Marano". E' quanto afferma l'assessore alla Polizia Municipale Luciano Tirincanti, presentando il regolamento comunale per la disciplina delle attività serali e notturne dei pubblici esercizi.

Dopo il passaggio in giunta, approderà in consiglio comunale: il documento è indirizzato ai locali sulla spiaggia nel tratto compreso tra il bagno 128 ed il confine con Rimini e i pubblici esercizi che si trovano in Viale D’Annunzio sullo stesso tratto di territorio. In particolare si prevede che gli impianti di emissione e diffusione della musica funzionino con i livelli di decibel fissati entro i limiti di legge, che siano dotati di micro diffusori della musica, orientati verso il mare e dotati di appositi limitatori di potenza della pressione in uscita.

L’orario di diffusione è fissato dalle 17 all’una di notte nei giorni feriali e dalle 17 all’1.30 il venerdì, sabato e domenica, 1 e 2 giugno, 14 e 15 agosto. Dopo questo orario la musica deve essere completamente spenta. E’ vietato inoltre l’utilizzo del vocalist per ogni tipo di intrattenimento e in qualunque orario. Quella del Marano, chiarisce Tiricanti, è "in’area che intendiamo valorizzare profondamente sia durante il giorno, con iniziative ed eventi in collaborazione con il privato, che la notte ma con il chiaro interno di non oltrepassare i  limiti del buon senso e del quieto vivere per la attività che insistono nella zona”.

Fatte salve eventuali deroghe di manifestazioni ed eventi, durante l’arco della giornata, deve essere rispettato il divieto di diffondere musica dalle ore 13 alle ore 16 con la possibilità di diffondere musica di sottofondo. “Crediamo che nell’interesse della città tutta, il rispetto delle regole in collaborazione con i gestori dei locali del Marano,debba segnare uno spartiacque importante - conclude Tirincanti - tra l’intrattenimento di questa zona, che da quest’anno avvierà un passo importante nella riscoperta dell’attività diurna e allo stesso tempo la valorizzazione dei locali da ballo in collina".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Il caffè troppo "nero" di un imprenditore: scoperta evasione per tre milioni di euro

  • Rimini-Cesena, tensioni sul lungomare dopo la partita: massiccio intervento delle forze dell'ordine

Torna su
RiminiToday è in caricamento