Offese sessiste al vicesindaco: per scusarsi fa una donazione alle Ong

Una lettera di scuse e due donazioni da 100 euro alle Ong SeaWatch e Mediterranea per aver diffamato e offeso il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi su Facebook

Una lettera di scuse e due donazioni da 100 euro alle Ong SeaWatch e Mediterranea per aver diffamato e offeso il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi su Facebook. E' il gesto riparatore dell'autore del post, un riminese di 82 anni, lasciato a commento della posizione espressa dalla Lisi in merito all'apertura dei porti per salvare vite umane risalente allo scorso febbraio. In cambio delle scuse scritte e della donazione, il vicesindaco ritirerà la querela.

L'82enne, come riporta l'Ansa, aveva usato parole sessiste e diffamatorie su di un post di Gloria Lisi a sostegno della posizione della cantante Emma Marrone, che durante un concerto aveva urlato "aprite i porti" ed era stata insultata a sua volta. Compreso l'errore aveva subito mostrato interesse nel chiarirsi con il vicesindaco, definendo alla romagnola le sue frasi "una pataccata" e firmando una lettera nella quale dice "ritengo di essere stato condizionato da un clima di odio ed intolleranza verso gli ultimi, che purtroppo stiamo vivendo nel nostro Paese".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • La polizia di Stato si presenta alla festa abusiva nella villa in collina

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Non rispetta i limiti d’altezza e fa un disastro nel sottopasso distruggendo il furgone

Torna su
RiminiToday è in caricamento