Operazione "Estate sicura" 2018, il bilancio dei carabinieri di Rimini

Calano i reati tra giugno ed agosto, il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Sportelli: "Sono molto soddisfato di come è andato questo periodo estivo"

Con la stagione estiva che si avvia alla conclusione, è anche il momento per tracciare un bilancio dell'attività dei carabinieri della provincia di Rimini che, quest'anno, sono scesi in forze per pattugliare tutto il territorio di loro competenza. "Il lavoro estivo - ha spiegato il comandante provinciale, colonnello Giuseppe Sportelli - è stato pianificato fin dall'inverno e ci ha consentito di avere un maggior numero di rinforzi da impiegare nelle tre compagnie e nelle 18 Stazioni sia sulla costa che nell'entroterra. Il concetto operativo è stato quello di prossimità per far percepire ai cittadini il nostro maggiore impegno. L'obiettivo è stato quello di far si che, le varie Stazioni, fungessero da punto di ascolto per poi impiegare le risorse in maniera mirata".

Tra gennaio e la fine di agosto, i militari dell'Arma hanno ricevuto 12.125 denunce su un totale di 14.309 commessi in tutta la provincia di Rimini pari all'84%. Secondo i dati forniti dai carabinieri, il numero è calato del 7,56%. Relativamente al periodo estivo, tra giugno e la fine di agosto, sono state raccolte 6.156 denunce con l'arresto complessivo di 238 persone par a un incremento del 13,8% rispetto allo stesso arco di tempo del 2017. Per quanto riguarda i reati predatori come i furti, sono stati registrati 5.041 episodi con un calo del 25,1% che sono ripartiti in 1.158 furti con destrezza, 384 furti in auto in sosta, 412 furti in abitazione, 267 furti negli esercizi pubblici. Le rapine hanno subìto un calo del 44,4%: i 100 episodi registrati sono ripartiti con 63 avvenuti in aree pubbliche, 5 in abitazione e 9 in esercizi commerciali. Sul fronte dell'attività antidroga, tra il 1 giugno e il 31 agosto sono state 89 le persone arrestate e 42 quelle denunciate a piede libero con un incremento rispettivamente del 18% e del 7%. Tra i 5120 servizi effettuatati dalle pattuglie, la lotta alla prostituzione in strada ha visto venire identificate 148 prostitute e 80 transessuali; 29 controlli per le batterie di pallinari: 29 le ispezioni negli esercizi pubblici da parte dei Nas.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono molto soddisfato di come è andato questo periodo estivo - ha concluso il colonnello Sportelli. - Rinnovo ai cittadini la nostra disponibilità per tutte le loro esigenze e, con l'arrivo dell'inverno, continueremo a lavorare sui fronti più caldi. È stato bello come, durante l'estate, molti hanno apprezzato una maggiore presenza dei militari dell'Arma sulle strade di Rimini e di tutta la sua provincia. Fondamentale è stato l'impiego di 50 uomini in più sul totale dei rinforzi estivi che hanno visto arrivare sulla Riviera un totale di 600 divise".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Lavoratori edili in stop forzato, imprese in prima linea per affrontare l'emergenza

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • Nuovi contagi: quello di oggi è il dato più basso da un mese

Torna su
RiminiToday è in caricamento