Il nuovo Palas è proprio una perla: in granito e da 20 tonnellate

All’interno dell’ingresso principale del nuovo Palacongressi di Rimini è stata posizionata una grande perla in granito ‘royal white’, due metri di diametro per 20 tonnellate di peso

All’interno dell’ingresso principale del nuovo Palacongressi di Rimini, che sabato 15 ottobre sarà inaugurato dal Ministro del Turismo Michela Brambilla e dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, è stata posizionata una grande perla in granito ‘royal white’. La perla richiama la spettacolare conchiglia che sovrasta l’ingresso e che ospita la sala Anfiteatro da 1600 posti, dove si svolgerà la cerimonia inaugurale.
 
La particolarità dell’installazione è nel meccanismo: la sfera utilizza infatti cuscinetti ad acqua che permettono la sua rotazione su di un basamento con semplice e leggera pressione della mano. L’eccezionalità è nel rilevare che la perla pesa 16 tonnellate (20 tonnellate compreso il basamento), ha un diametro di 205 cm ed è la più grande in Europa.
 
La perla è stata realizzata dall’azienda tedesca Kusser di Passau, che ne detiene il brevetto. E’ un’azienda famosa nel mondo per averne realizzate altre, posizionate al Museo della Scienza di Richmond in Virginia (la più grande del mondo con 265 cm di diametro), al centro spaziale di Cape Canaveral, in Giappone, a Nashville in Tennessee e a Singapore,
 
La perla riminese supera le dimensioni di quella che finora era la più grande (200 cm di diametro) d’Europa e che era posizionata davanti al centro stampa dei mondiali di calcio 2006 in Germania.
 
Realizzarla più grande è stato possibile grazie alla disponibilità, a Carrara, di un blocco parallelepipedo in granito che tramite un lungo ed accurato processo di lavorazione, con calibratura realizzate tramite macchine a controllo numerico, ha consentito in due mesi di realizzare la sfera posizionata al Palacongressi.
 
La sfera in granito è stata collocata al centro dello specchio d’acqua circolare, sarà visibile frontalmente al visitatore che accede al Palacongressi dal parcheggio auto, ma allo stesso tempo dal grande foyer d’ingresso.

IL NUOVO PALACONGRESSI DI RIMINI IN PILLOLE
E’ stato realizzato dalla Società del Palazzo dei Congressi, presieduta da Lorenzo Cagnoni e controllata da Camera di Commercio, Provincia e Comune di Rimini. E’ la più grande opera costruita ex novo nel nostro Paese per l’organizzazione di congressi ed è tra le più imponenti d’Europa, unica per originalità strutturale, dotazioni tecnologiche. Il costo complessivo della realizzazione, incluso il valore dell’area, che è stata valutata 16 milioni, è di 117 milioni di euro. Il nuovo Palacongressi di Rimini sorge in via della Fiera su un’area di 38.000 mq, la stessa che fino al 2001 è stata sede del vecchio quartiere fieristico.

La progettazione è firmata dall’architetto Volkwin Marg dello Studio GMP di Amburgo, tra le 15 maggiori ‘firme’ globali dell’architettura contemporanea mondiale. Complessivamente sono disponibili 39 sale e 9.000 sedute. Nella struttura sono presenti anche i nuovi uffici del Convention Bureau della Riviera di Rimini (Gruppo Rimini Fiera) che si occupa della gestione della struttura.
 

Potrebbe interessarti

  • Come pulire la lavastoviglie con bicarbonato, aceto e limone

  • Aiuto! Ho le formiche in casa: ecco come allontanarle

  • Come allontanare api, vespe e calabroni con rimedi naturali

  • Arredare casa al mare: idee e consigli per l'arredo perfetto

I più letti della settimana

  • Violento temporale notturno, scaricati in mare i liquami fognari scatta lo stop alla balneazione

  • Autotrasportatore riminese perde la vita in un drammatico tamponamento a catena

  • Rinuncia alla plastica e aumenta i clienti: una gastronomia riminese batte oltre 20mila scontrini dopo la svolta green

  • Aggressione sessuale a due turiste sulla spiaggia di Rimini, fermato un sospetto

  • Ciclista perde la vita dopo un drammatico incidente stradale

  • Tremendo frontale nell'entroterra, diversi i feriti nel violento impatto

Torna su
RiminiToday è in caricamento