Paolo Simoncelli e la sua vita senza Marco: "Sic58 Squadra Corse è la mia vita"

Il papà di Marco, è tornato a parlare del figlio a “Heroes - Lo sport nel cuore”, trasmissione in onda ogni martedì sera in seconda serata su Canale 5

A tre anni dalla sua morte durante il GP di Sepang, papà Paolo Simoncelli parla della sua vita senza Marco e dei progetti, che lo aiutano ad andare avanti e a tenere vivo il ricordo del figlio. L’intervista, commossa e sincera, andrà in onda martedì sera su Canale 5 in seconda serata, nel corso del programma “Heroes – Lo sport nel cuore”. Paolo Simoncelli affronta immediatamente l’argomento più duro e delicato e afferma: “Mia moglie mi dice sempre che se Marco avesse fatto il muratore quel giorno sarebbe caduto dall’impalcatura: ognuno di noi ha il suo destino, magari il percorso ce lo creiamo noi, ma arriviamo sempre a quel punto”. Tuttavia, Paolo dice di vivere senza rimpianti, né rimorsi: “La nostra forza è che abbiamo sempre fatto tutto quello che Marco desiderava, lo ricordiamo felice e questo rende felici noi. Rifaremmo tutto quello che abbiamo fatto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell’intervista, poi, Paolo Simoncelli entra nell’intimità di Marco e parla degli idoli di suo figlio: Gilles Villeneuve (“Avevo una videocassetta su Gilles, che mio figlio avrà visto un migliaio di volte”) e, naturalmente, Valentino Rossi, a cui era legato da una profonda e vera amicizia (“Era l’idolo di Marco, il suo sogno era batterlo. Marco voleva veramente bene a Valentino, erano dei matti naturali”). La vita di Paolo Simoncelli e della sua famiglia non è più la stessa senza l’allegria e la sana follia del Sic, ma deve pur sempre continuare, andare avanti. Proprio per questo motivo, papà Paolo Simoncelli ha creato la “Sic58 Squadra Corse”, che ha permesso ai piccoli talenti in erba di montare sulle due ruote e scendere in pista. Proprio questo progetto aiuta Paolo a non morire e a trovare la forza nei sorrisi e nella vitalità dei giovani piloti, che gli ricordano il suo amato Marco. E Super Sic continua, così, a volare sulle due ruote anche dal Paradiso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Covid-19, altri 19 guariti. Cinque nuovi contagiati: i positivi totali sono 163

Torna su
RiminiToday è in caricamento