Partito il programma 2018 di L'arboreto Teatro Dimora di Mondaino

La struttura luogo di eccellenza per formazione e produzione di nuove opere delle arti sceniche

Otto residenze artistiche, tre laboratori, 2 progetti speciali. Ha già preso il via il programma di attività 2018 di L’Arboreto-Teatro Dimora di Mondaino (Rn), luogo centrale per la scena contemporanea italiana e internazionale e da 21 anni attivo nell’ambito dello studio, ricerca, creazione, formazione e produzione di nuove opere delle arti sceniche, sostenuto da Regione Emilia-Romagna, Mibact e dalla Commissione Europea - Europa Creativa.

Il programma della stagione, che ha già al suo attivo la residenza a gennaio e il successo dell’anteprima di Panorama, il nuovo lavoro di Motus, con gli attori della Great Jones Repertory Company di New York, comprende danza, teatro, performing arts e si divide tra residenze creative, laboratori di formazione, incontri di approfondimento, spettacoli e prove aperte. Le strutture di lavoro (Teatro Dimora) e di convivio (Case Foresteria) accoglieranno quest’anno numerosi artisti, per attività di residenza e formazione, teatro e danza, tra cui Motus, Great Jones Repertory Company (New York), Alessandro Sciarrroni, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini ,Vincent Longuemare, Silvia Gribaudi, Armando Punzo.

“Nell’anno europeo del patrimonio culturale abbiamo ferma intenzione di valorizzare e promuovere il sistema artistico di qualità dell’Emilia-Romagna– afferma l’assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti– rafforzando contemporaneamente il senso di comunità degli attori delle politiche culturali e degli operatori regionali e sviluppando la conoscenza e la fruizione della cultura. Questo obiettivo– continua l’assessore– troverà espressione nella campagna di comunicazione “EnERgie Diffuse- Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità”, che valorizzerà le eccellenze di realtà istituzionali e non, del nostro territorio, in cui certamente rientrano le attività de L’arboreto - Teatro Dimora”.

“L’arboreto Teatro Dimora- racconta il direttore artistico, Fabio Biondi- interpreta con originalità il grande valore della cultura della provincia italiana che nel tempo è riuscita a costruire progetti di qualità, indispensabili a mantenere vivo e fecondo l’intero sistema nazionale del teatro e della danza. Da molti anni, il nostro impegno sulle residenze creative è stato riconosciuto come una delle eccellenze del panorama italiano e internazionale, capace di rinnovare la scena del presente e suggerire nuove modalità di lavoro e di creazione. L’Arboreto di Mondaino è stato infatti capace di costruire diversi progetti di rete condivisi dalle più importanti realtà nazionali e internazionali e nel 2016 ha ricevuto il Premio Ubu come miglior progetto speciale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

Torna su
RiminiToday è in caricamento