Portiere d'albergo massacrato di botte da cliente, rischia di perdere un occhio

Pestato a sangue da un ragazzo ubriaco che voleva a tutti i costi portare in camera una ragazza estranea alla struttura ricettiva

Notte da arancia meccanica per il portiere di un albergo di Miramare massacrato di botte da un cliente ubriaco e che, adesso, rischia di perdere un occhio. Il pestaggio è avvenuto tra mercoledì e giovedì quando, verso le 4.30, nella struttura ricettiva di via Bari è arrivato un giovane turista che insieme a un amico aveva affittato una camera matrimoniale. Invece del compagno di vacanze, il ragazzo era in compagnia di una ragazza "rimorchiata" durante la serata e a tutti i costi pretendeva di salire nella stanza insieme a lei. In un primo momento il portiere, un 56enne, ha cercato di far ragionare il ragazzo spiegandogli che era contro tutti i regolamenti far entrare una persona estranea all'albergo e che, comunque, aveva affittato una matrimoniale e non c'era lo spazio per tre persone.

In preda ai fumi dell'alcol, il ragazzo si è trasformato in una furia e dopo aver iniziato a litigare con la vittima gli si è scagliato contro iniziando a pestarlo a sangue. Il giovane, secondo quanto ricostruito, ha infierito con calci e pugni anche quando il 56enne era già a terra per poi precipitarsi nella propria stanza, raccattare i propri effetti personali e fuggire dalla struttura ricettiva. Nel frattempo è scattato l'allarme e, in via Bari, sono accorse tre pattuglie della polizia di Stato oltre all'ambulanza del 118. I sanitari hanno provveduto a prestare i primi soccorsi al ferito che è stato poi trasportato all'Infermi per un grave trauma cranico, la frattura dello zigomo e tre costole incrinate. Per le lesioni subìte, il 56enne è stato poi trasferito al "Ceccarini" di Riccione a causa di una grave lesione all'occhio e, i medici, lo dovranno sottoporre a un delicato intervento chirurgico per cercare di salvargli la vista.

Nel frattempo, gli agenti delle Volanti hanno cercato di ricostruire quanto accaduto nell'ingresso dell'hotel e, mentre ascoltavano i presenti, è arrivato l'amico dell'aggressore ancora all'oscuro di quanto era successo. Secondo quanto emerso, con la collaborazione di quest'ultimo è stato possibile rintracciare l'autore del pestaggio che era già alla stazione ferroviaria di Rimini pronto a lasciare la città. In un messaggio, l'aggressore avrebbe rivelato all'amico di "aver fatto una ca**ata" e di stare scappando. Identificato, il giovane è tato denunciato per lesioni personali aggravate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Santarcangelo piange la scomparsa della giovane mamma falciata dal suv

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Bisarca tamponata in A14 "perde" un veicolo che trasportava

Torna su
RiminiToday è in caricamento