Invitato per una notifica in Questura ne esce in manette con una condanna definitiva

A 21 anni dal fatto la giustizia presenta il conto per una serie di reati legati agli stupefacenti e ai soldi falsi

Dopo 21 anni dal crimine, per un napoletano 40enne è arrivato il conto da pagare con la giustizia. L'uomo, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti e alla spendita di soldi falsi, doveva scontare una condanna definitiva per un cumulo di pene pari a 4 anni e 8 mesi. Nella mattinata di lunedì il partenopeo è stato quindi chiamato in Questura, per la notifica di un atto, e quando si è presentato agli uffici di corso d'Augusto il personale della polizia di stato gli ha presentato il conto. Arrestato, al termine delle pratiche di rito il 40enne è stato quindi trasferito nel carcere dei "Casetti" per scontare la pena.

Potrebbe interessarti

  • Pulire i vetri: addio agli aloni su finestre e specchi

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Stop al sudore: come scegliere il deodorante giusto per la tua pelle

  • Gli odori, i ricordi, il marketing e la Sindrome di Proust

I più letti della settimana

  • Fulmine centra azienda agricola, vasto incendio nel deposito delle rotoballe

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Lui, lei e l'altro, il triangolo amoroso finisce con pugni e schiaffi nel parco

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Perde il controllo e si schianta contro un albero, centauro deceduto sul colpo

  • A Miramare gli hotel dell'orrore: strutture in pessime condizioni igienico sanitarie

Torna su
RiminiToday è in caricamento