Resta intrappolato in una pressa per scarpe: la mano è salva

L'infortunio sul lavoro si è verificato venerdì mattina, intorno alle 10.30, in una nota ditta santarcangiolese di Giola che confeziona parti di calzature per altre aziende della zona

Mano salva dopo esser rimasta incastrata in una pressa idraulica. Il miracolato è un operaio riminese di 43 anni. L'infortunio sul lavoro si è verificato venerdì mattina, intorno alle 10.30, in una nota ditta santarcangiolese di Giola che confeziona parti di calzature per altre aziende della zona. All'origine dell'incidente, secondo quanto appurato dai Vigili del Fuoco di Rimini e dai Carabinieri, ci sarebbe il probabile malfunzionamento del macchinario.

I Vigili del Fuoco hanno provveduto a smontare il carter e a sbloccare i pistoni della pressa poichè la mano dell'operaio era incastra all'altezza dei tubi dell'aria. L'uomo, fortunatamente, ha riportato  un lieve schiacciamento del polso. Ricoverato comunque al pronto soccorso di Rimini, se la caverà con pochi giorni di riposo. Sull’incidente, di natura accidentale, sta indagando la Medicina del Lavoro dell’Ausl di Rimini, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e della Stazione di Santarcangelo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento