Evade dalla comunità di recupero, catturato dopo due mesi di ricerche

Il pericoloso ricercato, agli arresti per associazione mafiosa e reati legati agli stupefacenti, doveva scontare 10 anni di reclusione

Si è conclusa nella giornata di venerdì, quando è stato arrestato dai carabinieri, la fuga di un pericoloso malvivente durata oltre 2 mesi. L'uomo, un 41enne campano, si trovava agli arresti domiciliari in una comunità della Valconca dove avrebbe dovuto scontare 10 anni di reclusione per associazione di stampo mafioso, reati contro la persona e legati agli stupefacenti. Lo scorso 10 ottobre si era allontanato facendo perdere le proprie tracce e, al suo inseguimento, si sono messi i carabinieri della Compagnia di Riccione i quali lo hanno poi catturato mentre si aggirava tra le campagne della Valconca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento