Finisce l'estate ma non i venditori abusivi, sequestro di merce contraffatta

Il venditore è stato pizzicato dalla polizia Municipale di Riccione mentre si aggirava coi borsoni sulla battigia

Nonostante l'estate sia agli sgoccioli, continua la lotta all'abusivismo commerciale con gli agenti della polizia Municipale di Riccione che hanno bloccato un vu cumprà dopo un inseguimento. Nella giornata di mercoledì un cittadino senegalese era stato notato sulla battigia armato dei soliti borsoni. Alla vista delle divise, lo straniero si è dato immediatamente alla fuga liberandosi, durante la corsa, di parte della merce abbandonadola nei pressi di un bidone della spazzatura. L'inseguimento è proseguito fino in viale Dante quando, con l'ausilio di un'altra pattuglia, il venditore abusivo è stato bloccato. Portato al Comando, il senegalese è stato trovato in possesso di borse griffate e, naturalmente, taroccate che gli sono valse una denuncia a piede libero per commercio di merce contraffatta.

Quello di mercoledì è stato l'ultimo servizio antiabusivismo da parte del Nucleo Antiabusivismo Commerciale della Polizia Intercomunale di Riccione. Prolungate di una settimana, per le favorevoli condizioni metereologiche, le arriviata del Nac erano partite il 25 maggio con i controlli dell’arenile e di presidio del territorio. Il bilancio ha visto gli agenti effetturare, in totale, 260 servizi con operatività di sette giorni su sette nella zona mare. A questi ne sono stati affiancati, in particolare nel mese di agosto, un’altra ventina svolti in collaborazione con l’Arma dei carabinieri sul lungomare e le isole pedonali, in divisa o in abiti civili, coadiuvati dagli agenti della municipale in orari serali e notturni per la prevenzione e repressione di fenomeni microcriminosi e di degrado urbano.

Durante la stagione estiva sono stati effettuati dal NAC: 9 sequestri penali di cui 4 in flagranza di reato; 120 verbali amministrativi per commercio su area pubblica in forma itinerante senza autorizzazione, commercio sul pubblico demanio marittimo o nei confronti di pr sull’arenile; 73 rinvenimenti di merce.  Interventi che hanno visto anche il coinvolgimento costante, nei servizi antiabusivismo, di due uomini della Guardia Costiera- Capitaneria di Porto. Mediamente la squadra del NAC è composta da 15-17 agenti che, in due turni giornalieri, controllano la spiaggia a piedi oppure con l’ausilio di tre Jeep Land Rover Defender o in mountain bike. Nel mese di agosto tre agenti hanno collaborato con i colleghi di Cattolica allo svolgimento di 25 servizi di contrasto al commercio abusivo in spiaggia mentre, sempre a Cattolica, hanno partecipato attivamente in 6 servizi organizzati durante le ore serali nelle isole pedonali.

“Al di là dei numeri -  afferma il Comandante della Polizia Intercomuanle Pierpaolo Marullo – l’attività di polizia condotta prevalentemente sull’arenile dagli uomini del Nac, che oggi hanno concluso un lavoro di controllo assiduo e costante sul territorio comunale, testimonia la capacità dimostrata quotidianamente di contrastare il commercio abusivo sulla spiaggia. Il prezioso lavoro del NAC, svolto in collaborazione con le altre forze dell’ordine e con i colleghi altrettanto preparati della municipale,  quest’anno è stato inoltre esteso oltre confine nell’ambito di una progressiva e graduale organizzazione del servizio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento