menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Riccione, i numeri di Geat: la neve è costata 250mila euro

Finita l'emergenza neve, Geat può fornire i primi dati riguardo all'impegno profuso ed ai costi provocati dalle abbondanti nevicate avvenute nel riccionese

Finita l’emergenza neve, Geat può fornire i primi dati riguardo all’impegno profuso ed ai costi provocati dalle abbondanti nevicate avvenute nel riccionese. Partendo dalla quantità di lavoro effettuato, Geat ha utilizzato ininterrottamente, 24 ore su 24, dal 31 gennaio al 15 febbraio, almeno due spargisale sulle vie cittadine. Nei momenti più critici, gli spargisale in funzione erano almeno quattro in contemporanea. Ancora più importanti i numeri relativi agli spazzaneve.

Si è arrivati ad averne in funzione fino a dodici in contemporanea. Del resto, la pulizia continua della sola Strada Statale revedeva l’utilizzo di due spazzaneve in contemporanea e di uno spargisale subito dietro. Su tutte le vie del territorio comunale sono state sparse 230 tonnellate di sale (cloruro di calcio e cloruro di sodio). Gli uomini Geat impegnati sono stati 40, divisi su tre turni (24/24) nelle giornate più difficili, in modo da coprire con uomini e mezzi funzionanti anche le emergenze notturne.

Si può calcolare che tra personale Geat, personale della Protezione Civile, lavoratori di aziende esterne coinvolte e volontari, abbiano lavorato circa 90 persone. Il costo di tutto questo lavoro, si aggira sui 250mila euro. Geat ha già inziato a chiudere le buche provocate dal maltempo con l’asfalto freddo. E’ chiaro che gli interventi saranno consistenti e i danni non si possono ancora stimare.
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Sangue e morte sul lungomare di Rimini, uomo ucciso davanti al ristorante

    • Cronaca

      Un movente agghiacciante per l'omicidio di Petrit Nikolli a Rivabella

    • Incidenti stradali

      Contromano sul lungomare, cicloamatori falciati da uno scooterone

    • Cronaca

      Catturati dopo una fuga di 300 chilometri i killer dell'idraulico ucciso a Rivabella

    Torna su