‘Cambia Gioco’, una settimana di iniziative a contrasto del gioco d’azzardo

Riccione scende in campo contro le ludopatie, nei locali spazi dedicati alla musica e alla cultura al posto delle slot machine

Sono cinque gli esercizi pubblici di Riccione che, con la proroga del bando rivolto al progetto “Cambia Gioco” finalizzato a contrastare la ludopatia nell’ambito dell’iniziativa regionale Slot Free, hanno aderito e dato vita ad una prima settimana di iniziative in programma dal 21 al 26 maggio. Da Riccione Paese alla zona mare i bar aderenti hanno organizzato spazi di intrattenimento con un’offerta variegata aperta alla musica e alla cultura. In calendario iniziative inaugurali di ambienti dedicati all’ascolto di vinili con musica live, serate con la consultazione e attività di prestito gratuita di libri accompagnati da aperitivi e musica, fino all’apertura di spazi con giochi di società, riviste e libri messi a disposizione dei clienti. Ha aderito anche un panificio con l’ inaugurazione di uno spazio lettura di libri dedicati alla preparazione di dolci e pane, nonché la possibilità di partecipare  ad un laboratorio di pasticceria per la elaborazione di dolci con successiva degustazione.

Queste attività, che hanno ricevuto un contributo di 800 euro ciascuna, come previsto dal progetto regionale, hanno già aderito in passato al marchio Slot FreeER o hanno recentemente disinstallato apparecchi del tipo slot machine o videolottery per promuovere e ricavare al loro interno spazi ad hoc. Dopo la settimana dedicata, gli spazi rivolti ad iniziative Slot Free negli esercizi pubblici  aderenti al marchio, rimarranno attivi per consentire alla clientela di usufruire in maniera consapevole e preventiva dei propri servizi. 

“E’ un’operazione capillare ma incessante quella che stiamo portando avanti pazientemente e con tenacia – afferma il vicesindaco e assessore ai servizi alla persona Laura Galli – per sostenere gli esercenti alla sensibilizzazione di progetti legati alla dipendenza dal gioco d’azzardo. L’impegno del Comune è trasversale, dalla formazione, al contributo assegnato alle attività virtuose che mettono in pratica iniziative specifiche. Con la riapertura dei termini di un bando pubblico, con scadenza a fine 2017 e prorogato nel 2018, abbiamo avuti risposte positive da titolari di bar che mai avevano aderito. Un primo passo incoraggiante che ci spinge ad andare avanti nella promozione di azioni contro le varie forme di ludopatie”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Richiedente asilo pizzicato a spacciare in un locale della movida

  • Cronaca

    Rapinatori subito in manette, il plauso del senatore Croatti e del Comune di Rimini

  • Cronaca

    Minorenni sballati di alcol, scatta la multa e la richiesta di sospensione della licenza

  • Cronaca

    Palazzo di Giustizia invaso dai ratti, slalom tra gli escrementi

I più letti della settimana

  • Ucciso da un boccone di carne: Torre Pedrera piange il bagnino Ugo Casadei

  • Sangue sulla spiaggia, grave un minorenne accoltellato in un locale

  • Ferragosto senza tuffi: liquami fognari in mare e divieto di balneazione

  • Il cliente e il transessuale, sesso in pieno giorno sulla panchina del parco

  • Tentano l'eroico salvataggio e finiscono all'ospedale

  • Pensionato viene in vacanza a Rimini e finisce al centro di un'odissea giudiziaria

Torna su
RiminiToday è in caricamento