Turisti completamente ubriachi devastano stabilimento balneare

Branco di ragazzini sfascia le attrezzature del bagnino, distrutte tre cabine in cemento

Cabine in cemento armato completamente devastate, porte divelte, attrezzature gettate all'aria e caos ovunque. Una vera e propria orda di vandali quella che, nella notte tra domenica e lunedì, si è riversata sulla spiaggia del Bagno 103 di Riccione. Secondo quanto emerso, si sarebbe trattato di cinque giovanissimi turisti, tutti ragazzini sui 16 anni residenti nel milanese, arrivati nella Perla Verde per le festività pasquali. L'impresa del branco, tuttavia, è stata notata da alcuni passanti che hanno dato l'allarme facendo accorrere i carabinieri. La pattuglia dell'Arma si è così trovata davanti il gruppo di giovanissimi, tutti in preda ai fumi dell'alcol, che stavano allegramente devastando lo stabilimento. Tale era la foga di alcuni di loro che, uno di essi, si è anche ferito mentre stava distruggendo le attrezzature del bagnino. Il gruppo è stato fermato dai carabinieri e gli autori sono stati identificati. Avvertiti i genitori, questi ultimi si sono già offerti di ripagare i danni provocati dai figli.

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Jovanotti fa scatenare 40mila fan sulle note dei suoi successi, Romagna mia e l'omaggio a Lucio Dalla

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Esce dalla farmacia e viene travolto da un'auto, grave un uomo

  • Calendario scolastico 2019/2020, dal primo all'ultimo giorno di scuola. Le vacanze di Natale inizieranno il 24 dicembre

  • Non rispettano l'alt dei Carabinieri: folle inseguimento per le vie della città

  • Molestie a un bimbo di dieci anni, denunciato il vicino di ombrellone

Torna su
RiminiToday è in caricamento