Al Borgo Sant'Andrea si festeggia la tradizione

La nona edizione della kermesse sarà un viaggio nell'enogastronomia in compagnia di Piero Meldini

Musica, enogastronomia, letteratura e tradizioni sono serviti alla Festa del Borgo Sant'Andrea, in programma a Rimini sabato 14 e domenica 15 ottobre. La festa a cadenza biennale, nasce come evento culturale tra letteratura ed enogastronomia da un’associazione di borghigiani, con la partecipazione del Comune, della Parrocchia e delle maggiori associazioni di categoria. Da sempre la Festa ha la capacità di attirare i migliori talenti artistici e realtà economiche locali, realizzando un connubio vincente di cultura, svago e divertimento, registrando inoltre un numero elevato di presenze. Il 2017 vedrà protagonista lo scrittore Piero Meldini, noto autore contemporaneo, i cui libri sono stati tradotti in diversi Paesi.

La festa offrirà la possibilità di visitare varie mostre, adibite per conoscere meglio e riscoprire la storia e l’enogastronomia borghigiana: la cucina riminese e della Valmarecchia, il trenino Rimini-Novafeltria, Mercatino Marecchia-Rimini andata e ritorno, i presidi Slow Food nel Borgo Sant’Andrea, 160 anni della Chiesa di San Gaudenzo, Sant’Andrea: un borgo tra le acque. L’acqua, in particolare, ha sempre rappresentato un motivo ricorrente della festa sin dagli inizi, questo perché il Borgo è conosciuto per il suo Lavatoio e per i numerosi corsi d’acqua (fossi) che lo attraversavano.

Sarà possibile acquistare i biglietti della Lotteria di San Gaudenzo 2017, con i quali si potranno vincere ricchi premi. Oltre alla tradizionale auto o altro mezzo di locomozione, nel monte-premi della Lotteria 2017 verranno inserite tante opportunità di bonus validi per acquisti negli esercizi commerciali e nelle strutture di servizio della provincia. 

In ogni strada del Borgo i residenti organizzeranno una tavolata con lo scopo di permettere l’incontro tra persone che, pur abitando negli stessi fabbricati o nello stesso borgo, non hanno mai avuto la possibilità di conoscersi bene e socializzare. In effetti le cene socializzanti possono essere un rimedio importante alla tendenza a chiudersi in se stessi ed a vivere una vita virtuale causata dall’eccessivo utilizzo dei social network. Meglio ancora se organizzate in occasioni come queste di una festa veramente “popolare” e “partecipata”.

La parte dedicata dell'intrattenimento sarà particolarmente curata e prenderà spunto dalle molteplici e esperienze pilota di città italiane che hanno saputo “caratterizzare” in senso culturale e di condivisione le arti di strada e gli aspetti “colti” di musica, danza e arti espressive. Un esempio verrà dalla scelta veramente alternativa di portare la “Buona Musica” nel Borgo, allorché, nelle piazzette e in altri spazi aperti, si apriranno inediti “auditorium”, piccole arene dove si potranno ascoltare le esibizioni di orchestre a fiati, fisarmoniche, violini, giovani gruppi musicali. Una esperienza di festival della musica classica, moderna, popolare portata in mezzo alla gente, anche con l'ausilio di video che riproducono su medio-schermo opere liriche, balletto, operetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto il programma su www.borgosantandrea.org

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • A spasso sulla battigia azzanna gli agenti della polizia di Stato

Torna su
RiminiToday è in caricamento