Ambulanti ammassati in 60 metri quadri: blitz in via Regina Elena

I militari, che hanno lavorato insieme a 2 squadre della Compagnia d'Intervento Operativo del Battaglione Mobile del Veneto, hanno identificato 13 cittadini cingalesi

Blitz anti-abusivismo commerciale venerdì mattina dei Carabinieri di Miramare in un appartamento in viale Regina Elena. I militari, che hanno lavorato insieme a 2 squadre della Compagnia d’Intervento Operativo del Battaglione Mobile del Veneto, hanno identificato 13 cittadini cingalesi, che vivono ammassati in uno spazio di circa 60 metri quadrati. L’immobile, di proprietà di un cittadino del luogo, era stato affittato ad un bengalese che successivamente lo aveva subaffittato ai citati asiatici.

L’obiettivo è stato individuato dai militari nell’ambito dei numerosi altri servizi svolti sul lungomare, seguendo gli abusivi dediti al commercio ambulante di rose e di giocattoli. É l’8° obiettivo controllato quest’anno nell’ambito della lotta all’abusivismo. Stante che l’immobile ispezionato, come anche specificato nel contratto di locazione, è idoneo ad ospitare solo 6 persone, la situazione di sovraffollamento rilevata è stata inoltre segnalata al competente ufficio dell’Asl di Rimini per i successivi controlli di competenza. Sono attualmente in corso accertamenti sulla regolarità del contratto di locazione.

L’impegno dell’Arma di Miramare nell’attività di contrasto dell’abusivismo commerciale continuerà con altri controlli previsti per la prossima settimana, anche grazie alla collaborazione dei cittadini che con le loro segnalazioni al 112. Sono inoltre in atto numerosi servizi antiprostituzione e di pattugliamento notturno sull’arenile al fine di garantire maggiore sicurezza ai villeggianti e a tutti i residenti quel quartiere.  

'PALLINARI' - Sempre i Carabinieri di Miramare sono intervenuti a Rivazzurra dopo l’ennesima segnalazione da parte dei commercianti del lungomare, infastiditi dalla presenza dei cosiddetti “pallinari”. Con l’arrivo della pattuglia, alcuni di questi soggetti si allontanavano preventivamente mentre altri sono stati identificati e, dopo i controlli di rito, allontanati. La richiedente opportunamente interpellata, ha riferito che i soggetti si spostano in continuazione da un marciapiede all’altro, riuscendo ad evitare i controlli  da parte delle forze dell’ordine, perché alcuni di loro si appostano in modo da segnalare l’eventuale arrivo delle pattuglie. In altre occasioni, i Carabinieri di Miramare sono riusciti ad elevare le contestazioni al regolamento comunale che vieta il gioco d’azzardo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento