Addio all'architetto Natalini, vinse il bando per progettare il teatro Galli

Il suo progetto trovò poi il "no" di istituzioni e associazioni cittadine e il Comune optò per la soluzione "com'era e dov'era" di Cervellati

Addio all'architetto Adolfo Natalini, che si è spento a 78 anni giovedì sera. Figura di spicco dell'architettura italiana, il suo nome è legato a Rimini proprio per il teatro Galli. Nel 1985 vinse il concorso indetto nel 1985 per la ristrutturazione del teatro, con un progetto realizzato da un gruppo di sei architetti, guidato da lui. L'amministrazione Chicchi diede il via libera al progetto alla fine degli anni ’90, ma l'idea di Natalini si scontrò con i vincoli della Soprintendenza Archeologica e dalla Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici e con l'opposizione di associazioni cittadine.

Il sindaco Alberto Ravaioli prese in mano la situazione. Il gruppo Natalini, che lavorò per l'avancorpo del teatro, fu liquidato, Natalini, e i lavori per il Galli seguirono la strada de "com’era e dov’era" di Cervellati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Taglia la legna con la motosega e si ferisce: trasportato al Bufalini con l'eliambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento