La Regione promette milioni per l'aeroporto e i sindacati danno battaglia per gli ex dipendenti Aeradria

"Sono buone notizie ma non vanno dimenticati gli altri lavoratori che ancora oggi non hanno avuto risposte e non hanno prosepttive"

I sindacati Cgil, Cisl Romagna e Uil hanno accolto in modo favorevole la promessa della Regione Emilia Romagna di investire milioni nell'aeroporto Federico Fellini di Rimini - come annunciato in occasione della presentazione dei nuovi voli aerei - ma le parti sociali vogliono assicurarsi che non vengano dimenticatigli ex dipendenti di Aeradria, rimasti senza lavoro e prosepttive. "Alla fine del 2018 Airiminum, la società che gestisce l’aeroporto Fellini, ha consegnato all’Enac il Master Plan 2020-2033 annunciando l’intenzione di voler investire per questo arco di tempo ben 87 milioni. Ha ottenuto la gestione trentennale dello scalo e anche il bilancio del 2018 è stato considerato dalla società positivamente affermano i sindacati - Nei giorni scorsi l’annuncio di altri importanti investimenti sullo scalo di Rimini è venuto dalla Regione. Non è stata indicata una cifra precisa ma potrebbe superare i 10 milioni. Altri 700 mila euro – spiega la Regione - serviranno ad attivare entro breve un bando dedicato alle compagnie aeree interessate al “Fellini”. Notizie buone. Lo sviluppo di questa importante infrastruttura può rappresentare una opportunità per tutti e anche, se n’è ricordato, almeno a parole, il presidente della Regione Bonaccini, per l’occupazione. E veniamo al punto, un punto nero per quanto ci riguarda: i lavoratori di ex Aeradria rimasti senza lavoro che, dopo anni, stanno ancora aspettando delle riposte mai arrivate. Sono questi lavoratori che, ancora oggi, soffrono le conseguenze negative di questa vicenda perché esclusi dal ciclo produttivo della nuova società. Un incontro si è svolto a dicembre in sede prefettizia tra le Organizzazioni Sindacali e il Prefetto. Ascoltate le problematiche degli ex dipendenti Aeradria, il Prefetto si è fatta promotrice dell’apertura di un tavolo di confronto con gli Enti Locali del territorio, Provincia e Regione.

Le nuove rotte per l'estate dell'aeroporto Fellini

Il 14 febbraio 2019 è avvenuto un incontro in Regione tra le Organizzazioni Sindacali e l’Assessore ai Trasporti Donini per individuare un percorso comune a tutela di questi lavoratori con il coinvolgimento del gestore dell’aeroporto. A oggi tutto ciò non ha avuto nessun riscontro concreto. Per le Segreterie di Cgil, Cisl Romagna, Uil sia Confederali che di categoria, è inaccettabile che dallo sviluppo dell’aeroporto, dove saranno investite importanti risorse pubbliche, possano trarre vantaggio molti soggetti privati mentre continuano ad essere disoccupati e senza prospettive i lavoratori di ex Aeradria. Come Sindacato ci batteremo in difesa di  questi lavoratori che sono oggi la parte più debole". 

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • L'appello di una famiglia : "Aiutateci a ritrovare Greta"

I più letti della settimana

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Frontale sulla Tolemaide, due motociclisti finiscono nel fosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Il folle inseguimento per le strade si conclude nel cuore dell'isola pedonale

  • Investita mentre attraversa lo svincolo, pedone in gravi condizioni

  • Santarcangelo, Amazon ufficializza l'apertura del nuovo deposito: in arrivo 120 posti di lavoro

Torna su
RiminiToday è in caricamento