Al Mercato coperto presi d'assalto i banchi del pesce: "Abbiamo venduto più del previsto"

Il direttore Marziano Tamburini: "In poche ore è stata fatta razzia di sogliole, triglie e canocchie. I pescatori preannunciano per martedì una buona giornata"

Sardoni, saraghina, moletti, sogliole e canocchie. Cozze e vongole. Il pesce nostrano è il re del Mercato coperto con decine e decine di riminesi che martedì hanno preso d'assalto i banchi rimanendo soddisfatti della qualità, così come i venditori. Finito il fermo pesca in tanti desideravano cucinare il pesce dell'Adriatico e così appena il mercato coperto ha aperto le porte c'è stata la fila. "Rispetto allo scorso anno i clienti ono arrivati prestissimo - spiega Marziano Tamburini, direttore del Mercato coperto - alle 11.30 il pesce era quasi stato tutto venduto, ne è rimasto pochissimo. C'è stato anche un pescato più abbaondante rispetto alle aspettative".

Ad essere andate per la maggiore sono state le triglie con prezzi sui 7 euro per quelle più piccol fino a 10 euro al chilo per quelle grandi, "le sogliole erano vendute dai 10 ai 12 fino ai 16 euro al chilo a seconda della grandezza - continua Tamburini - e le canocchie dai 6 ai 12 euro, più o meno i prezzi erano questi. Siamo molto soddisfatti, è un appuntamento tradizionale per i riminesi. Ho chiamato i pescatori nel pomeriggio di lunedì e anche per martedì mattina dovrebbe esserci un buon pescato. Li aspettiamo con le loro casse e ci sarà una nuova giornata di vendita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Metromare, ufficializzate le tariffe della tratta Rimini-Riccione

  • Sesso a tre col transessuale finisce a sassate, nei guai coppia di fidanzati

  • L'autobus fa salire i passeggeri alla fermata e una macchina lo tampona in pieno

  • Trasporto pubblico, gli autisti incrociano le braccia

  • Molestie sessuali ad una bimba di 4 anni, papà a processo accusato di pedofilia

  • Primo giorno di Metromare, la nostra prova con "metro" e auto a confronto: vantaggi e svantaggi

Torna su
RiminiToday è in caricamento