Musica, teatro e poesia fioriscono nel giardino delle Città Visibili

Tra gli artisti in scena ci saranno anche Nada e Maria Antonietta

Cultura, musica e teatro fioriscono nel giardino di Palazzo Lettimi, che apre le porte alla quinta edizione de Le città visibili, rassegna culturale in programma a Rimini dal 21 luglio al 5 agosto nella suggestiva cornice di Via Tempio Malatestiano. La kermesse, organizzata da Linda Gennari e Tamara Balducci, è a ingresso gratuito.

Quest’anno la manifestazione include nel cartellone di eventi nomi noti della musica italiana contemporanea ma anche artisti affermati provenienti dal panorama teatrale italiano, oltre che alcuni esponenti della scena musicale emergente. 

Il giardino di Palazzo Lettimi aprirà le porte venerdì 21 luglio con una serata evento illuminata dalle note di Novensemble/Orchestra senza spine. Sabato 22 luglio e Domenica 23 luglio il festival Le città visibili ospiterà per il primo anno  il festival Parco Poesia, diretto da Isabella Leardini, che presenterà alcuni giovani poeti per un reading pomeridiano, e alcune tra le più conosciute voci poetiche del territorio e del panorama nazionale. La sera del 22 luglio la cantautrice pesarese Maria Antonietta, leggerà le liriche di alcune grandi poetesse che la storia della letteratura ha consegnato al presente, come Emily Dickinson e Wislawa Szymborska, spesso ispiratrici delle sue canzoni. Domenica 23 luglio saranno le canzoni di Riccardo Sinigallia (ex Tiromancino) ad animare il pubblico de Le città visibili, e in anteprima al concerto le sonorità di Riccardo Amadei e Les Pastìs. Il teatro sarà protagonista assoluto di quattro serate.

Martedì 25 luglio il festival ospiterà lo spettacolo “Pinocchi” (Progetti Carpe Diem/La Casa delle Storie, in collaborazione con il Lavoratorio di Firenze), sabato 29 sarà la volta del Teatro Kopò/Elisabetta Tulli con “Le ragazze di Via Savoia 31”. A chiudere la proposta teatrale di luglio della kermesse sarà la performance teatrale “Ascoltate! Romagna relax” della compagnia Menoventi, nella serata di lunedì 31. Martedì 1 agosto la cantautrice Nada Malanima arriverà a Rimini proprio in occasione del festival Le città visibili. Lo farà in compagnia del pianista francese Julian Barrett. Insieme faranno emozionare il pubblico sulle note di un concerto spettacolo dal titolo “Parole che si cantano anche”.

Ad aprire la serata sarà il cantautore riminese Houdini Righini. Nella serata di giovedì 3 agosto andrà in scena l’ultimo spettacolo teatrale in programma nel cartellone del festival. Sarà una messinscena che farà parlare di sé, raccontando la storia di una papessa. Si tratta di “Sic transit gloria mundi” di Ippogrifo Produzioni, spettacolo scelto dai “Visionari”, una speciale giuria popolare costituitasi in virtù del progetto “L’Italia dei Visionari”, cui molte realtà che si occupano di teatro e spettacoli hanno aderito a livello nazionale. La serata di chiusura del festival, in programma sabato 5 agosto è affidata alla musica del duo femminile Io e la tigre. Ad aprire il concerto della band saranno gli emergenti Alternative Station, che l’1 luglio si sono esibiti come gruppo spalla in anteprima al concerto dei record di Vasco Rossi a Modena Park. 
Spettacoli e concerti inizieranno alle 21.30 ma le porte apriranno molto prima del tramonto edalle 19 ci
si potrà intrattenere negli spazi del giardino grazie al bar del Circolo Milleluci e agli aperitivi
dell’associazione Vite in transito, nelle serate del 21 luglio, 1, 3 e 5 agosto.

Il festival è promosso dall’associazione culturale Le città visibili di Tamara Balducci e Linda Gennari. Non si tratta solo di un festival di musica e teatro ma di un’iniziativa concepita affinché l’arte riconquisti terreno e diventi vincolo di inclusione sociale, confronto, condivisione, consapevolezza e crescita, per le singole persone e per la comunità, e perché anche gli artisti meno noti possano avere visibilità. Quest’anno, grazie all’impegno dell’associazione culturale la città di Rimini ospiterà al Rimini Innovation Square il quarto meeting annuale nazionale di Dominio Pubblico, una delle 12 realtà riconosciute dal MIBACT a occuparsi di promozione e formazione del pubblico nel teatro. In più nelle giornate del 26 e 28 luglio e 2 e 4 agosto l’associazione Kantharos aps, costituita da alcuni giovani archeologi, organizzerà alcune esplorazioni itineranti nel centro storico della città partendo dal giardino di Palazzo Lettimi. Sempre sotto questo profilo, anche quest’anno, grazie all’impegno dell’associazione, un gruppo di ragazzi Under 35 ha partecipato a un Workshop di social media storytelling tenuto dal Professor Giovanni Boccia Artieri: i ragazzi hanno da poco costituito una piccola redazione, sotto la direzione di Delfi Comunicazione, il nostro ufficio stampa. Il gruppo si occuperà della gestione del blog del Festival e del racconto di tutto quello che accadrà in questa edizione attraverso i social media come Facebook, Instagram e Twitter.

In caso di pioggia gli eventi si terranno alla Sala del Giudizio del Museo della città, fatta eccezione per il concerto di Nada dell’1 agosto che si terrà al teatro Ermete Novelli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

Torna su
RiminiToday è in caricamento