Confcommercio plaude all'antiabusivismo estivo delle forze dell'ordine

I responsabili dei salvataggi: "Quest'anno non siamo dovuti intervenire per sedare risse o disordini che si verificavano tra abusivi o tra abusivi e turisti"

Confcommercio della Provincia di Rimini ha inviato una lettera di ringraziamento alle Autorità per l’efficace attività di contrasto all’abusivismo commerciale svolta durante la stagione estiva nella città di Rimini. Un plauso unanime alle donne e agli uomini della Polizia Municipale e delle Forze dell’Ordine che con grande sacrifico e impegno sono riusciti a infliggere un colpo durissimo ad un fenomeno che da troppo tempo sfianca la nostra economia e offusca la nostra immagine di città bella, accogliente e sicura. A firmare la missiva, insieme al Presidente provinciale di Confcommercio Indino, anche il Presidente della Cooperativa di salvamento Nuova Romagna Balenare Menozzi e del Responsabile del Salvamento Piccari, a sottolineare quanto il lavoro svolto sia stato prezioso anche per permettere ai marinai di salvataggio di svolgere il proprio lavoro a tutela dell’incolumità e della salute dei bagnanti.

Troppo spesso, infatti, in passato, le bancarelle, i teli stesi sulla spiaggia con la merce sopra e i capannelli di persone intorno ai venditori abusivi, hanno rappresentato un vero e proprio ostacolo allo svolgimento dell’attività dei salvataggi, ostruendo la vista o impedendo il raggiungimento per la via più breve dei natanti di salvataggio. Non solo, in molti casi gli stessi marinai di salvataggio sono dovuti intervenire per sedare risse o disordini che si verificavano tra abusivi o tra abusivi e turisti.  

“E’ un ringraziamento sentito il nostro - dichiara il Presidente della Confcommercio provinciale Gianni Indino - condiviso e promosso da tantissimi nostri associati, soddisfatti perché finalmente l’abusivismo commerciale ha subito un’importante battuta di arresto. Sono anni che la nostra Associazione si fa portavoce dell’esasperazione dei tanti commercianti di Rimini, stanchi di subire la concorrenza sleale degli abusivi, ma soprattutto preoccupati e arrabbiati per il terreno conquistato dall’illegalità, davanti alle loro vetrine o sulla spiaggia. Stanchi, inoltre, come i residenti e i turisti, di vedere la nostra bella città lordata da questo fenomeno. Noi non ci siamo mai rassegnati e abbiamo continuato a far sentire forte la nostra voce in ogni sede, con proposte e soluzioni: i presidi capillari, i sequestri delle merci, l’applicazione delle leggi esistenti, i controlli sui flussi delle merci, sui centri di produzione e di approvvigionamento degli abusivi, sulle strutture ricettive e le case che li ospitano. Azioni svolte dal persone della polizia municipale e delle forze dell’ordine con grande dedizione ed efficacia. Bene quindi le azioni intraprese e i risultati ottenuti, ma non bisogna abbassare la guardia; l’abusivismo commerciale è un fenomeno subdolo che necessita dell’attenzione di tutti, dobbiamo trasformare in strutturale quanto realizzato questa estate. Avanti così quindi, e grazie”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento