Il "Di Più" ha sfidato il mare in tempesta, quattro i morti nel naufragio

Il Bavaria da 15 metri era partito da Marina di Ravenna nonostante il bollettino delle avverse condizioni meteo

Sarà l'inchiesta, aperta dalla Procura della Repubblica di Rimini, a dover chiarire le cause che hanno portato al naufragio del "Di Più", il Bavaria a vela da 15 metri che è andato a schiantarsi contro gli scogli del porto nel pomeriggio di martedì. Al momento, il pubblico ministero che indaga su quanto accaduto ha aperto un fascicolo, a carico di ignoti, dove si ipotizza il reato di naufragio colposo e si sta valutando se sottoporre i cadaveri all'esame autopticoNella tragedia hanno perso la vita quattro persone, sui 6 che formavano l'equipaggio, con gli unici due superstiti salvati in extremis da Capitaneria e vigili del Fuoco. Secondo i primi accertamenti l'imbarcazione, verso le 12.30 di martedì, era salpata da Marina di Ravenna con a bordo il proprietario e alcuni amici per un trasferimento alla volta di Trapani. A quell'ora, tuttavia, era già stato emesso un bollettino di avverse condizioni meteo ma, questo, non avrebbe fermato l'equipaggio composto da persone esperte nella navigazione. Procedendo in direzione sud, le condizioni del mare si sono fatte sempre più pericoloso con il moto ondoso che è arrivato a "forza 7" ed è a questo punto che, a bordo del "Di Più", si è deciso di interrompere la navigazione.

Arrivati all'altezza di Rimini è stata contattata via radio la darsena, per chiedere riparo dalla tempesta, e ottenuto il via libera il Bavaria, che aveva ammainato le vele e che procedeva a motore, ha puntato verso l'imboccatura del canale. Secondo le prime ipotesi, arrivato all'altezza della diga foranea il motore ha avuto un balck out e la barca, oramai ingovernabile, ha puntato di prua contro gli scogli venendo scaraventata più volte contro i massi che proteggono l'ingresso del porto. Uno degli occupanti, sopravvissuto alla tragedia, è stato scaraventato contro la scogliera ed è stato il primo ad essere portato in salvo dagli uomini della Capitaneria aiutati da alcune persone presenti sulla palata. Nel frattempo è scattato l'allarme che ha messo in moto la macchina dei soccorsi con la motovedetta della Capitaneria, i mezzi dei vigili del fuoco e l'elicottero del 115 e le ambulanze del 118 che sono accorsi sul porto.

===> Segue

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      In migliaia per il ‘battesimo’ del nuovo passaggio ciclopedonale di via Roma - FOTO

    • Cronaca

      Spari contro la casa di un noto commercialista, intimidazione al professionista

    • Cronaca

      Primo maggio di libertà per una tartaruga marina: dopo la cura, il rilascio

    • Cronaca

      Novemila persone alla "Rimini Marathon": vince l’azzurro Daniele Meucci

    I più letti della settimana

    • Morto dopo aver bevuto dell'acido, sequestrati i lotti di aranciata

    • Distrazione fatale, beve da una bottiglietta che conteneva liquido corrosivo

    • Morto dopo aver bevuto acido, spuntano nuovi elementi investigativi

    • Trovato a terra in una pozza di sangue, giallo a San Giuliano

    • Bambino di 2 mesi picchiato e ridotto a un vegetale, genitori a processo

    • Sfregiata con l'acido, Gessica ed Eddy faccia a faccia per la prima udienza del processo

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento